Grecia 141003110302
PANICO 3 Ottobre Ott 2014 1100 03 ottobre 2014

Terrorismo, Grecia: sventati attentati contro Nea Dimokratia

Arrestato un uomo vicino al gruppo Lotta Rivoluzionaria. Paura per Juncker in visita ad Atene.

  • ...

Una sede del partito Nea Dimokratia.

Una serie di attentati avrebbe potuto sconvolgere la Grecia.
È allarme terrorismo ad Atene, che venerdì 3 ottobre ospita, per la seconda volta, il presidente eletto della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, impegnato in una colazione di lavoro con il premier Antonis Samaras.
ATTACCO SVENTATO. La polizia ha, infatti, sventato un grave e imminente attentato in programma contro la sede del partito del capo del governo Nea Dimokratia e altri attacchi previsti contro diversi uomini d'affari greci: le forze dell'ordine hanno arrestato un uomo tra i 25 e i 30 anni di cui non si conosce l'identità in quanto è privo di documenti e non risponde alle domande degli inquirenti.
CONTRO NEA DIMOKRATIA. Secondo i media, l'arrestato sarebbe stato in contatto con elementi del gruppo terroristico Lotta Rivoluzionaria di Nikos Maziotis, attualmente in carcere, per preparare una serie di attentati contro obiettivi economici e politici in Grecia. Tra questi, oltre alla sede di Nea Dimokratia, sembra che vi fossero armatori, industriali e sedi di compagnie multinazionali.
PRONTI DUE ATTENTATI. Da quanto ha poi raccontato in conferenza stampa il ministro per la Protezione del cittadino, Vasilis Κikilias, i terroristi avevano già fissato le date in cui avrebbero agito: il 3 ottobre, avrebbe dovuto esserci una sorta di «prova generale» e sabato 4 ottobre, l'attentato vero e proprio in un giorno di alto significato simbolico in quanto coincide con il 40esimo anniversario dalla fondazione di Nea Dimokratia, il partito creato da Constantinos Karamanlis e guidato oggi da Samaras.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso