Fulvio Maura Gambirasio 131130121515
GIUSTIZIA 3 Ottobre Ott 2014 1537 03 ottobre 2014

Yara, i genitori contro la difesa di Bossetti

Ipotesi di vendetta familiare: «Illazioni inaccettabili. Sospetti basati sul nulla».

  • ...

Brembate di Sopra (Bergamo): Fulvio e Maura Gambirasio, genitori di Yara.

I genitori di Yara Gambirasio hanno rotto il silenzio per definire «sospetti e illazioni fondate sul nulla» le ipotesi di vendetta familiare nell'omicidio della 13enne, sollevata dall'avvocato Claudio Salvagni, uno dei difensori di Massimo Bossetti.
Salvagni, durante una trasmissione di una tivù locale, ha affermato che la pista della vendetta familiare è un'ipotesi che gli inquirenti non hanno mai preso in seria considerazione.
SI DISCUTA IN TRIBUNALE. «Se il difensore del signor Bossetti ha degli elementi concreti che vanno in quella direzione, li porti non in televisione, ma in tribunale», hanno scritto nella nota i legali della famiglia Gambirasio, Andrea Pezzotta ed Enrico Pelillo, «e in quella sede ci confronteremo. Se invece non li ha, e siamo convinti che sia così, si astenga dal rilasciare simili dichiarazioni. Siamo da sempre convinti che i processi debbano essere celebrati nelle aule dei tribunali e non nei salotti televisivi».
REPLICA DELLA DIFESA DI BOSSETTI. I difensori dei genitori di Yara sono usciti dall'abituale riserbo per dire che «è del tutto inaccettabile che uno dei difensori del signor Massimo Bossetti, nel corso dell'ennesima trasmissione televisiva, abbia evocato nuovamente l'ipotesi di una presunta vendetta ritorsiva nei confronti della famiglia Gambirasio».
A stretto giro è arrivata la replica di Salvagni: «È un preciso dovere della difesa considerare aperte tutte le ipotesi, ribadisco che noi difensori siamo vicini alla famiglia», ha affermato.

Correlati

Potresti esserti perso