Saeed Britani Cittadino 141004184859
TERRORISMO 4 Ottobre Ott 2014 1755 04 ottobre 2014

Isis, in video jihadista a volto scoperto

Nuovo filmato con minacce all'Occidente. È il britannico Abu Saeed al-Britani.

  • ...

Abu Saeed al-Britani, cittadino britannico di 27 anni.

Un secondo video a firma Isis (dopo quello con la decapitazione di Alan Henning) è stato diffuso la sera del 3 ottobre. Nelle immagini si vede per la prima volta un jihadista a volto scoperto, identificato come Abu Saeed al-Britani, cittadino britannico 27enne, che pronuncia un ulteriore messaggio di minaccia all'Occidente.
Il filmato, ha fatto sapere un portavoce di Downing Street, sarebbe stato sottoposto all'attenzione dei responsabili militari, dei servizi di intelligence e del Foreign office durante un incontro con il primo ministro David Cameron. La polizia sta effettuando urgenti verifiche sui contenuti.
«VI RIMANDIAMO UOMINI NELLE BARE». Nel video, l'uomo si qualifica combattente dello Stato islamico e incita alla jihad i musulmani britannici, condannando Cameron e gli Stati Uniti per avere lanciato i raid aerei contro i jihadisti. «Mandateli tutti, mandate anche i vostri riservisti e ve li rimanderemo indietro uno ad uno nelle bare».
«CAMERON SPREGEVOLE MAIALE». Il jihadista, con una lunga barba, appare in mimetica con a fianco un mitragliatore AK-47 e non esita a definire Cameron «uno spregevole maiale». Secondo il Daily Mail online potrebbe trattarsi di un 27enne ex guardia di sicurezza di un supermercato, che sarebbe partito per la Siria lo scorso gennaio.

I familiari di Henning: «Cameron poteva fare di più»

Intanto la Gran Bretagna è a lutto. Centinaia di persone sono scese in piazza a Londra per protestare contro i raid britannici in Iraq all'indomani della decapitazione di Henning.
Nel mirino delle proteste c'è soprattutto il premier Cameron, contro cui si è espresso il cognato dell'ostaggio ucciso: «Il governo avrebbe potuto fare di più, mesi e mesi fa», ha detto.
Anche la comunità musulmana di Manchester, molto vicina alla vittima, ha detto che il governo «ha abbandonato Henning», definito un «eroe locale e nazionale» e ha considerato la sua esecuzione «l'inizio della fine» per l'Isis: «I terroristi sono un insulto alla religione islamica».
UN ALTRO OSTAGGIO NELLE MANI DEI TERRORISTI. Nel primo video i carnefici di Henning hanno mostrato un altro ostaggio, l'americano Peter Kassig, affermando che sarà la prossima vittima. In un appello diffuso su Youtube i genitori di Kassig hanno chiesto pietà per il figlio che, sottolineano, durante la prigionia si è convertito all'Islam con il nome di Abdul-Rahman. Ma potrebbe non bastare a salvargli la vita.
LIBERATO L'INSEGNANTE INGLESE RAPITO. Una buona notizia è invece arrivata dalla Libia, dove è stato liberato l'insegnante inglese David Bolam, preso in ostaggio negli scorsi mesi da una delle milizie che imperversano nel Paese.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso