Bandiera Dell Isis 140925201435
GUERRA SPORCA 7 Ottobre Ott 2014 1914 07 ottobre 2014

Iraq, quattro attacchi chimici da parte dell'Isis

La Russia: «Trovati barili e fusti pieni di gas cloro, utilizzati dai terroristi».

  • ...

Una bandiera nera dell'Isis.

Almeno quattro attacchi chimici sono stati compiuti con il gas cloro a settembre in Iraq per mano dell'Isis. Lo ha riferito, a quanto si apprende, la delegazione russa all'Opac al Consiglio esecutivo dell'Organizzazione, aggiungendo che nel Paese sono stati trovati barili e fusti pieni di gas cloro e che i gruppi terroristici ne stanno sperimentando l'uso.
IL RISCHIO LIBIA. Il rappresentante dell'Iraq all'Opac ha invece confermato un solo episodio, avvenuto sempre a settembre a Saqlawiya nel nord del Paese, riferendo di 11 militari feriti, ma immediatamente curati. La preoccupazione sulle armi chimiche non riguarda più solo la Siria, ha sottolineato la delegazione di Mosca nella riunione odierna - dedicata in gran parte al piano di distruzione del programma chimico di Bashar al Assad -, ma anche la Libia, con il timore che residui dell'arsenale chimico di Muammar Gheddafi ancora da smantellare possano finire in mano ai terroristi.
ANCORA ATTACCHI DA ASSAD. Dal canto loro, riferiscono fonti dell'Opac, Stati Uniti e Italia (in veste di presidente di turno dell'Ue) hanno ricordato il recente rapporto degli investigatori sui continui attacchi con cloro da parte del regime di Assad e sottolineato che Damasco deve ancora adempiere ai suoi obblighi con la comunità internazionale, in particolare riguardo alla distruzione di 12 siti di produzione di armi chimiche. Il governo siriano deve infine chiarire le discrepanze nella dichiarazione sul proprio arsenale, perché restano sospetti di omissioni sulla reale entità delle armi chimiche in suo possesso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso