Erdogan 140804170803
MEDIO ORIENTE 7 Ottobre Ott 2014 1417 07 ottobre 2014

Isis, la Turchia: «Servono truppe di terra»

Il presidente Erdogan: «Kobane ormai è perduta, necessaria operazione in Siria».

  • ...

Recep Tayyip Erdogan.

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ritiene che Kobane (la città siriana curda vicina al confine) sia ormai sul punto di cadere nelle mani dei jihadisti dell'Isis e giudica necessaria un'operazione militare di terra in Siria e in Iraq.
«Il terrorismo non sarà fermato dai raid aerei, dobbiamo collaborare in vista di un'operazione di terra d'intesa con coloro che già combattono sul terreno», ha aggiunto il presidente turco sollecitando la comunità internazionale a cambiare strategia.
LE RICHIESTE DI ANKARA. «Sono passati mesi senza che alcun risultato sia stato ottenuto», ha insistito. Ankara pretende fra l'altro dagli Usa un impegno per la futura rimozione del presidente siriano Bashar al Assad e l'introduzione di una no fly zone sulla Siria in cambio di un suo intervento diretto contro l'Isis a Kobane, che dista pochi chilometri dal confine turco. Il governo turco è peraltro accusato da più parti di avere sostenuto, o quanto meno favorito, negli ultimi anni le milizie islamiche in Siria (jihadisti compresi) all'interno del fronte anti-Assad, dopo la rottura di Erdogan con il governo un tempo alleato di Damasco.

Correlati

Potresti esserti perso