Shebaa Fattorie 141007171142
SCONTRI 7 Ottobre Ott 2014 1712 07 ottobre 2014

Israele, bombardamenti al confine con il Libano

Lo Stato ebraico ha risposto a un attacco di Hezbollah contro un mezzo blindato.

  • ...

Veduta delle fattorie di Shebaa, tra Siria e Libano.

Il territorio libanese è stato bombardato «con decine di colpi» dall'artiglieria israeliana, in risposta a una carica eplosiva che aveva colpito un mezzo blindato dello Stato ebraico nel territorio occupato delle fattorie di Shebaa, ferendo tre soldati, rivendicata dalle milizie del Libano. Lo ha riferito il corrispondente sul posto di Al Manar, la televisione del partito sciita libanese di Hezbollah. Secondo la stessa fonte, l'esercito israeliano ha preso di mira le colline vicino alle fattorie di Shebaa e la località di Kfarshuba.
ALTRA ESPLOSIONE NEL GOLAN. Una seconda esplosione, dopo quella del mezzo blindato, si è verificata non molto tempo dopo nella parte israeliana dell'altopiano del Golan, al confine con il Libano. Secondo il portavoce militare, Israele avrebbe risposto con il fuoco dall'altra parte della frontiera, verso due postazioni Hezbollah. La zona è la stessa del primo evento, ovvero le fattorie Shebaa, in una piccola striscia di terra tra la Siria e il Libano, ai piedi delle alture del Golan, negli ultimi anni teatro di diversi incidenti. Secondo i militari, non ci sarebbero né feriti né danni.
«VIOLAZIONE DELLA SOVRANITÀ ISRAELIANA». Il portavoce militare israeliano ha affermato che lo Stato ebraico ritiene responsabili «il governo libanese e gli Hezbollah per questa eclatante violazione della sovranità israeliana. L'esercito» ha aggiunto, «risponderà a questa aggressione non provocata contro le sue forze e continuerà ad operare per mantenere la sicurezza del Nord del Paese».

Correlati

Potresti esserti perso