Santis 141007185749
INDAGINI 7 Ottobre Ott 2014 1848 07 ottobre 2014

L'ultrà De Santis ai pm: «Ho sparato per paura»

Prima ammissione in un fax spedito alla procura. Ricostruiti i fatti del 3 maggio.

  • ...

Daniele De Santis in una foto del suo profilo Facebook.

Daniele De Santis, l'ultrà romanista accusato di avere ucciso il tifoso del Napoli Ciro Esposito, ha stilato una ricostruzione dei fatti del 3 maggio fuori dallo stadio Olimpico di Roma consegnata agli inquirenti in un fax. «Ho avuto paura e ho sparato», si legge.
De Santis aveva sempre sostenuto di non avere fatto fuoco.
Nella lettera ha spiegato inoltre di non essere nelle condizioni fisiche di sostenere l'interrogatorio fissato per il 9 ottobre.
«C'ERA UNA RISSA». «Sono stato coinvolto in una rissa, ho temuto per la mia vita e ho sparato», ha riportato De Santis nelle due pagine scritte in stampatello e inviate alla procura.
Il tifoso, accusato di omicidio volontario, ha affermato di essere stato coinvolto in una rissa con alcuni tifosi del Napoli.
Nella perizia del Ris i tecnici sostengono che De Santis fu prima «sopraffatto dagli aggressori» e poi sparò. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia nel maggio 2014 De Santis negò di avere sparato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso