Ange Alfa 141008092202
DIRITTI 8 Ottobre Ott 2014 0916 08 ottobre 2014

Alfano, nozze gay: bufera sui social contro il ministro

Polemica su Twitter dopo la circolare. Il ministro: «La famiglia non si tocca».

  • ...

La circolare inviata ai prefetti italiani dal ministro dell’Interno Angelino Alfano, per chiedere formalmente ai sindaci di cancellare le trascrizioni delle nozze gay contratte all'estero, ha provocato la rivolta dei primi cittadini. Da Milano a Bologna, da Roma a Grosseto fino a Napoli, i sindaci hanno annunciato atti di disobbedienza civile, mentre tutte le comunità gay hanno preso di mira il ministro. Anche su Twitter, dove #alfano è diventato trending topic.


#alfano Tweet

L'ironia, come sempre, è stato uno dei registri preferiti dagli utenti del social network per esprimere critiche nei confronti della scelta di Alfano.

Aprire i TT e vedere: #parolebellissime e #alfano vicini. E sapere per certo che i due argomenti non sono collegati.

— La Pausa Caffè (@LaPausaCaffe) 8 Ottobre 2014

Oggi più di ieri è bene ricordare che l'anagramma di Angelino #Alfano è FAGIANO NELL'ANO (thanks to @EroeSemantico)

— Laura (@LauryeMal) 8 Ottobre 2014

#alfano non ha partecipato alla manifestazione delle #sentinelleinpiedi ma solo perché bisognava leggere un libro. #belloefake #pd

— Gianni Kuperlo (@GianniCuperIoPD) 7 Ottobre 2014

La decisione del ministro è arrivata dopo che a Milano il Consiglio comunale ha dato il via libera alle trascrizioni, approvando una mozione presentata da Sel e dai Radicali che ha incontrato il favore del sindaco, Giuliano Pisapia.


Nessun dubbio nell'andare in direzione della trascrizione a #Milano dei matrimoni omoaffettivi celebrati all'estero. http://t.co/OEJ75ZvpdO

— Giuliano Pisapia (@giulianopisapia) 7 Ottobre 2014

Sul sito di microblogging non sono mancati gli utenti che hanno sottolineato come il differente orientamento sul tema dei diritti civili crei un'evidente contraddizione tra il titolare degli Interni e il premier Renzi.

Sarebbe auspicabile che @angealfa prima di decidere su pari opportunità si coordinasse con il titolare della relativa delega, @matteorenzi

— Ivan Scalfarotto (@ivanscalfarotto) 7 Ottobre 2014

#Renzi e #Alfano: l'unico matrimonio tra persone dello stesso sesso da annullare

— vladimir luxuria (@vladiluxuria) 7 Ottobre 2014

#Alfano ossessionato dalle nozze gay scrive ai prefetti contro i sindaci che le riconoscono. Altro che cambiaverso. Verso il medioevo.

— nicola fratoianni (@NFratoianni) 7 Ottobre 2014

E c'è stato anche chi ha fatto commenti taglienti sulle presunte amicizie gay del ministro.

#Alfano su #AgoraRai ha dichiarato di avere anche amici gay. Io invece non ho amici in NCD, mi vergognerei troppo...

— Pamela Ferrara ㋡ (@PamelaFerrara) 8 Ottobre 2014

Mentre la Rete Lenford, che unisce gli avvocati che si battono per il riconoscimento delle unioni omosessuali, ha ricordato che i prefetti non avrebbero competenza in materia.

Il Prefetto non ha alcuna competenza in materia di cancellazione di atti o di cancellazione delle trascrizione #trascrizionematrimonigay

— Rete Lenford (@ReteLenford) 7 Ottobre 2014

Correlati

Potresti esserti perso