Ebola 140925121308
VIRUS 8 Ottobre Ott 2014 1722 08 ottobre 2014

Ebola, la Banca mondiale: «Può costare fino a 32,6 miliardi»

Costo entro la fine del 2015 se l'epidemia dovesse estendersi. «Servono più medici».

  • ...

Personale specializzato per l'emergenza ebola durante un'esercitazione.

Il virus dell'ebola rischia di presentare un conto pesante anche dal punto di vista economico.
La Banca mondiale ha stimato che «se l'epidemia si estenderà» ad alcuni Paesi vicini a quelli più colpiti - Sierra Leone, Liberia e Guinea - l'impatto finanziario a livello regionale «sarà di 32,6 miliardi di dollari entro la fine del 2015».
La comunità internazionale deve quindi «trovare strade per superare gli ostacoli e portare più medici e personale per cercare di fermare il virus».
«MINACCIA COMMERCIALE». Jim Yong Kim, presidente della Banca mondiale, ha detto che bisogna «agire nella consapevolezza che un'infrastruttura sanitaria debole in Paesi fragili è una minaccia non solo per i cittadini, ma per i partner commerciali».
Quando potrà essere debellata? «Non è certo che l'epidemia sarà contenuta entro il dicembre 2014», ha messo in evidenza l'istituto, precisando che l'impatto economico «è già molto serio» nei tre Paesi più colpiti e potrebbe diventare «catastrofico» se il contenimento del virus procederà lento.
TROPPI POVERI, PIÙ DI 1 MILIARDO. Al di là dell'epidemia, la Banca mondiale si è concentrata anche su altri dati: il numero dei poveri nel mondo resta alto a livelli «inaccettabili». Nel 2011 i poveri sono più di 1 miliardo, il 14% della popolazione mondiale, a fronte degli 1,2 miliardi del 2008 (19% della popolazione).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso