Bandiera Dell Isis 140925201435
TENSIONE 8 Ottobre Ott 2014 1300 08 ottobre 2014

Isis, ancora raid e morti sull'Iraq

Ma i jihadisti continuano ad avanzare. Abbattuto un elicottero dell'esercito iracheno.

  • ...

Una bandiera nera dell'Isis.

Resta incandescente la situazione degli scontri al confine tra Iraq e Siria. Un elicottero dell'esercito iracheno si è schiantato l'8 ottobre circa 200 chilometri a Nord di Baghdad e tutti i membri dell'equipaggio sono morti. Un colonnello ha detto che le cause non sono state accertate, ma secondo abitanti dell'area il velivolo sarebbe stato abbattuto dai jihadisti dell'Isis.
QUATTRO SOLDATI A BORDO. A bordo dell'elicottero, di fabbricazione russa, c'erano quattro membri dell'equipaggio, secondo la televisione panaraba al Jazeera. Il velivolo è precipitato nei pressi della raffineria di Baiji, assediata dai jihadisti, che sono riusciti a impadronirsi anche dei sistemi di difesa anti-aerea dell'esercito nell'area. È il secondo episodio di questo genere nell'arco di soli dieci giorni.
UCCISI 40 JIHADISTI DAI RAID. Almeno 40 miliziani dello Stato islamico sono, invece, stati uccisi dai raid aerei della Coalizione internazionale su 20 delle loro postazioni intorno a Kobane. Ciò nonostante, l'Isis è avanzato nella zona, guadagnando terreno e ricevendo rinforzi. Il New York Times ha confermato poi l'attacco, nel centro città, con un'auto carica di esplosivo guidata da un attentatore suicida che si è lanciato contro un commissariato divenuto base delle forze curde. Incerto il numero delle vittime
IL PENTAGONO: «RAID NON SALVERANNO KOBANE». Da parte sua, il Pentagono ha affermato di stare «facendo il possibile» per fermare l'Isis, ma i raid aerei degli Usa e degli alleati da soli non riusciranno «a salvare» la città curda di Kobane, nel Nord della Siria, assediata dai jihadisti. Intanto il presidente francese François Hollande si è detto favorevole alla creazione di una «zona cuscinetto tra Siria e Turchia per accogliere e proteggere gli sfollati».
In un comunicato, l'Eliseo ha precisato che Hollande «ha insistito sulla necessità di evitare il massacro delle popolazioni del Nord della Siria». E che «ha apportato il suo sostegno all'idea del presidente Erdogan» sulla creazione di una zona «cuscinetto».

Correlati

Potresti esserti perso