Fassino 130827184931
SCONTRO 9 Ottobre Ott 2014 1634 09 ottobre 2014

Nozze gay, Anci: «Decidono i sindaci»

Fassino scrive ad Alfano e vuole incontro con Renzi. Chiamparino: «Seguiamo Ue».

  • ...

Piero Fassino, sindaco di Torino e presidente dell'Anci.

Una lettera al ministro dell'Interno Angelino Alfano. E la richiesta di un incontro col premier Matteo Renzi. Così Piero Fassino, primo cittadino di Torino e numero uno dell'Anci (Associazione nazionale Comuni italiani) ha di fatto replicato all'ordinanza con la quale lo stesso Alfano vietava la trascrizione in Italia dei matrimoni gay celebrati all'estero.
COMPITO DEGLI ENTI LOCALI. Una presa di posizione di posizione forte, tesa a ribadire come la legittimità della scelta spetti unicamente ai Comuni e non al ministero. «Non si può affidare a ordinanze prefettizie competenze che la legge riconosce in capo agli enti locali», recita la missiva.
CHIESTO INCONTRO URGENTE. «La trascrizione delle unioni coniugali contratte all'estero», ha scritto ancora Fassino, «è materia delicata per essere lasciata al caso per caso. Né d'altra parte, si può accettare di affidare la materia a ordinanze prefettizie su competenze che la legge riconosce in capo agli enti locali. Per questo chiedo un incontro urgente con il ministro e il premier Renzi».
CHIAMPARINO CON FASSINO. A dar manforte a Fassino anche il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che come primo cittadino aveva simbolicamente sposato due donne. Chiamparino si è schierato con i sindaci perché «danno un segnale politico, serve una decisione del parlamento che europeizzi l'Italia su questo punto».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso