Herve Pierre Gourdel 140924193001
TERRORISMO 11 Ottobre Ott 2014 1731 11 ottobre 2014

Isis, identificato il boia dell'ostaggio francese

Secondo el Watan è il 50enne Kherza Bashir: è stato incastrato dalla voce.

  • ...

Hervé Pierre Gourdel in ginocchio prima di essere decapitato dai jihadisti di Jund-al-Khilafa, movimento affiliato all'Isis.

A circa un mese di distanza dalla terribile esecuzione, l'esercito algerino ha identificato il boia di Hervé Gourdel, ostaggio francese decapitato a settembre in Cabilia. Venerdì 10 ottobre, il quotidiano algerino El Watan, aveva annunciato il ritrovamento del campo dei carcerieri della guida alpina francese e l'identificazione di cinque jihadisti coinvolti nella sua uccisione. E l'11 ottobre ha rivelato che «tutti i membri del gruppo sono stati identificati con mezzi scientifici inconfutabili».
INCASTRATO DALLA VOCE. «Il macellaio non è altri che Kherza Bashir, un noto terrorista che agisce come mufti del gruppo. Bashir avrebbe una cinquantina d'anni. È nato a Bab El Oued e ha al suo attivo numerosi omicidi e attentati terroristici», ha aggiunto il giornale. «I servizi di sicurezza hanno anche identificato la maggior parte dei 32 terroristi che appaiono sul video, diffuso dopo la decapitazione dell'ostaggio francese», è scritto ancora nel sito di El Watan, secondo cui è proprio grazie al filmato che i servizi di sicurezza hanno identificato la voce di Gouri.
ISIS COME TRAMPOLINO DI LANCIO. «Nel filmato il gruppo Jund al Khilafah annuncia fedeltà all'organizzazione terroristica Isis», ma, ha spiegato il foglio algerino, non vi è alcun legame strutturale tra il gruppo e l'Isis, il cui nome sarebbe servito ai media solo come trampolino di lancio. L'esercito sta conducendo diverse operazioni sul caso Gourdel, anche per recuperare i resti dell'ostaggio ucciso. Venerdì 10 ottobre tre jihadisti sono stati uccisi nella provincia di Biskra.

Correlati

Potresti esserti perso