Alfano 140805133313
ALLERTA 11 Ottobre Ott 2014 1522 11 ottobre 2014

Isis, l'allarme di Alfano: «Bari porta dei terroristi»

A Londra controlli a tappeto dei servizi segreti: 250 jihadisti rientrati in Gran Bretagna.

  • ...

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Anche in Italia, l'Isis fa paura. Mentre le milizie dello Stato Islamico avanzano in Iraq e in Siria, i Paesi Ue temono la penetrazione dei terroristi nel Vecchio continente. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, nel corso di un vertice sulla sicurezza tenuto in prefettura a Bari, ha spiegato che «secondo l'intelligence e la magistratura, il porto della città pugliese può essere una possibile porta di ingresso di aspiranti jihadisti». Da Bari, infatti, era transitato un imam tunisino poi arrestato in Belgio che sarebbe stato a capo di una cellula terroristica che aveva sede nella moschea di Andria.
IL PIANO CRISTOFORO COLOMBO. Per arginare la minaccia, il titolare del Viminale ha sottolineato che è stato messo a punto un «Piano per la sicurezza del porto, denominato Cristoforo Colombo» e che «si attiva immediatamente nel caso di rischio per attentati terroristici».
A LONDRA CONTROLLI A TAPPETO. Il sindaco di Londra Boris Johnson ha rivelato che i servizi di sicurezza britannici stanno monitorando nella capitale «migliaia» di sospetti terroristi. Il primo cittadino ha lasciato intendere che la minaccia dell'estremismo islamico sia molto più grande di quanto si sia ammesso finora.
250 TERRORISTI RIENTRATI IN UK. E secondo Telegraph la minaccia è molto più grande di quella prospettava finora. Fino a questo momento si pensava che il pericolo maggiore arrivasse dai circa 500 jihadisti che si sono spostati dalla Gran Bretagna in Siria e Iraq per unirsi all'Isis o alle formazioni qaediste. Ma metà di essi sarebbero rientrati in Gran Bretagna.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso