Giuliano Poletti 140617130017
DATI 12 Ottobre Ott 2014 1545 12 ottobre 2014

Infortuni sul lavoro in calo: -7,8% nel 2013

Rispetto al 2012 sono aumentate invece dell'11,2% le malattie professionali.

  • ...

Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Meno infortuni sul lavoro, ma un aumento preoccupante delle malattie professionali. È il quadro venuto fuori dalla relazione del presidente dell'associazione dei lavoratori mutilati e invalidi (Anmil) Franco Bettoni, in occasione della 64esima giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro.
LE MALATTIE AUMENTANO. Nel 2013 gli infortuni denunciati sono stati 605 mila, 52 mila in meno rispetto all'anno precedente (-7,8%). Discorso diverso per le malattie professionali, aumentate dell'11,2% rispetto al 2012 (oltre 51 mila denunce). Altro dato rilevante è legato alle vittime del lavoro: nel 2013 ci sono stati 719 morti a seguito d'infortunio, 1.475 per malattia professionale.
Bettoni ha avuto parole di approvazione per l'intenzione del governo di istituire un'agenzia unica «cui affidare tutte le competenze in materia di poteri di sorveglianza e di funzioni ispettive».
CONFRONTO SULLA RENDITA INAIL. Un confronto c'è stato con il ministro del lavoro Poletti in merito all'inserimento della rendita Inail all'interno dell'Isee. Una misura ritenuta profondamente ingiusta da parte di Bettoni: «Non è possibile che un mutilato o un invalido del lavoro si veda crescere la rata universitaria dei figli in ragione di un aumento di ricchezza che non c'è né sul piano giuridico né su quello sostanziale».
Poletti si è limitato a un vago impegno: «Ciò che posso assicurare è che faremo un monitoraggio, ma non sono in grado di promettere che si verificherà il cambiamento».

Correlati

Potresti esserti perso