Ambulanza Tragedia 141012183005
DRAMMA 12 Ottobre Ott 2014 1800 12 ottobre 2014

Rovigo, nonno si getta nel fiume col nipote

Il bambino di cinque anni era gravemente malato. I corpi trovati abbracciati.

  • ...

Nonno e nipotino sono stati trovati morti in provincia di Rovigo.

Stretti l'un l'altro, per l'ultima volta. Un nonno di 73 anni e suo nipote di 5 sono stati trovati nelle acque dell'Adigetto a Lendinara (Rovigo), probabilmente morti per annegamento. I due sono stati notati in località Arzerello da un poliziotto che stava facendo jogging.
Secondo quanto si è appreso, i corpi di nonno e nipote, quest'ultimo affetto da una grave malattia genetica, sarebbero stati trovati abbracciati. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, dovrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio. Un gesto estremo di dolore.
AFFIDATO AL NONNO DAI GENITORI. Il bambino era stato affidato al nonno dai genitori, andati a Perugia per un convegno sulla malattia del piccolo, e lo zio, il poliziotto che ha trovato i corpi, stava andando a prendere il bambino per dare il cambio all'anziano.
Nel tragitto il poliziotto ha prima notato la carrozzina, che ben conosceva, abbandonata lungo la strada. Subito ha pensato al peggio e si è messo a cercare i due lungo il fiume trovando loro i corpi poco distante.
AVVISATI I GENITORI. Le salme sono già state rimosse, spetta ora al pm Monica Bombana decidere se sia necessaria l'autopsia.
Intanto sono stati avvisati, con tutte le cautele del caso, i genitori del piccolo che hanno immediatamente lasciato Perugia per andare a Lendinara.
Per inquirenti e investigatori non ci è comunque voluto molto per capire cos'era accaduto, così i corpi sono stati pietosamente composti e rimossi dal luogo il più in fretta possibile dopo il ritrovamento.

Correlati

Potresti esserti perso