Ebola 141012132127
PSICOSI VIRUS 13 Ottobre Ott 2014 1847 13 ottobre 2014

Ebola, a Dallas identificata un'altra persona a rischio

Ha avuto dei contatti con l'infermiera contagiata. Decine di persone sotto controllo.

  • ...

Un operatore sanitario indossa una tuta per proteggersi dal virus ebola.

Negli Stati Uniti si allarga la psicosi ebola.
Tom Frieden, il direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) ha detto che è stata identificata «una persona a rischio per il contatto avuto con l'infermiera contagiata al Presbyterian Health Hospital di Dallas».
Se il contagio «fosse avvenuto in isolamento», ha aggiunto, «c'è il pericolo di altri contagi».
LA LISTA SI ALLUNGA. La lista delle persone messe «sotto stretto controllo» per aver trattato il paziente 'zero' morto di ebola a Dallas si è allungata: una fonte coperta dall'anonimato citata dalla Cnn ha parlato di «decine di persone», tra cui molti medici e paramedici che si erano presi cura di Thomas Eric Duncan.
L'infermiera dell'Health Presbyterian hospital di Dallas - contagiata proprio durante i trattamenti per il liberiano Duncan - non era stata considerata ad alto rischio, ma rientrava nel gruppo dei 18 addetti sanitari del nosocomio che si controllava la temperatura per estrema cautela.
VISITE GIORNALIERE. Ora le autorità sanitarie pianificano di condurre visite giornaliere a decine di addetti sanitari di Dallas che si erano occupati del paziente 'zero' tra il 28 settembre e l'8 ottobre.
Secondo le informazioni raccolte dalla Cnn, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie stanno ancora compilando una lista accurata di tutto il personale che è stato in contatto con Duncan.

Correlati

Potresti esserti perso