Papa Francesco Sinodo 141013104651
CHIESA 13 Ottobre Ott 2014 1045 13 ottobre 2014

Sinodo, il Vaticano apre ai sacramenti per i divorziati

Svolta anche sulle coppie gay. La famiglia al centro delle discussioni nel 2015.

  • ...

Papa Francesco durante il sinodo.

Il sinodo apre ai sacramenti per i divorziati. È iniziata così la seconda settimana di simposio in Vaticano. E s'è appreso che anche il prossimo sinodo (in agenda dal 4 al 25 ottobre 2015) si concentrerà sulla famiglia, come ha annunciato il segretario generale del sinodo, cardinale Lorenzo Baldisseri.
NUOVE DISCUSSIONI. In attesa dei nuovi risultati della discussione, nella prima settimana, come è stato spiegato nella relatio post disceptationem dal cardinale Peter Erdo alla presenza di papa Francesco, è emersa la volontà di cercare soluzioni pastorali adatte per unioni di fatto e divorziati risposati attraverso l'analogia a come il Concilio Vaticano II ha considerato il rapporto e con le altre chiese cristiane e con le altre religioni.
APERTURE DELLA CHIESA. In estrema sintesi, il Concilio ha considerato che al di fuori della Chiesa cattolica, e nella altre chiese cristiane, «si trovino parecchi elementi di santificazione e di verità».
Nella stessa prospettiva, che Erdo ha chiamato «inclusiva», il «Concilio», ha detto il porporato ungherese, «dischiude l'orizzonte in cui si apprezzano gli elementi positivi presenti nelle altre religioni e culture, nonostante i loro limiti e le loro insufficienza»: «Rendendosi dunque necessario un discernimento spirituale rispetto alle convivenze e ai matrimoni civili e ai divorziati risposati, compete alla Chiesa di riconoscere quei semi del Verbo sparsi oltre i suoi confini visibili e sacramenti».
SPAZIO PER GLI OMOSEX. Nella relatio post disceptationem c'è stato spazio anche per altro e non solo per la «sofferenza» di coloro che «hanno subito ingiustamente la separazione e il divorzio».
Il cardinale Erdo ha fatto riferimento pure alle unioni omosessuali, considerate una «sfida educativa» per la Chiesa: «La questione omosessuale ci interpella in una seria riflessione su come elaborare cammini realistici di crescita affettiva e di maturità umana e evangelica integrando la dimensione sessuale».
Inoltre, aprendo i lavori, è stato anticipato che saranno anticipate le prospettive circa l'accertamento della «validità del vincolo» nel matrimonio religioso, nella «prospettiva di rendere più accessibili e agili le procedure per il riconoscimento dei casi di nullità».
NEL 2015 SI PARLA DI FAMIGLIA. Dopo la relatio post disceptationem, il cardinale Baldisseri ha precisato che il tema per l'anno prossimo sarà «la vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo»: «Dobbiamo guardare più in là, ve lo dico subito, in modo che nei circoli si possa tenerne conto e suggerire i temi che non sono stati trattati e vanno trattati, eventualmente potete aggiungere, in modo che da ora e nella prossima assemblea sinodale possiamo lavorare anche ai temi che non sono stati trattati», ha spiegato il porporato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso