Bandiera 141014114832
SCONTRI 14 Ottobre Ott 2014 1144 14 ottobre 2014

Turchia, attacco aereo sulle basi dei ribelli curdi

Colpite alcune basi del Pkk. Primo bombardamento dalla tregua del 2013.

  • ...

La bandiera del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk).

Nella notte tra il 12 e il 13 ottobre alcuni aerei dell'aviazione turca hanno bombardato obiettivi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) nel Sud Est del Paese. Lo hanno riportato alcune fonti dei servizi di sicurezza nazionali. Si tratta del primo attacco a partire dal cessate il fuoco dichiarato dai ribelli curdi nel marzo del 2013.
PKK ASSEDIAVA UNA CASERMA TURCA. Secondo il quotidiano turco Hurriyet i bombardamenti, effettuati con aerei F-16 e F-4 vicino al villaggio di Daglica non lontano dal confine con la Turchia, hanno causato un numero assai elevato di vittime. I caccia dell'aviazione turca hanno preso di mira le posizioni del Pkk, che assediava da tre giorni una caserma della forze di sicurezza turche nel villaggio di Daglica.
«INGENTI DANNI». L'operazione aerea, la cui notizia è apparsa solo due giorni dopo sui media turchi, è il più grande attacco contro il Pkk dopo l'inizio di colloqui di pace ufficiosi con il leader del partito Abdullah Ocalan, incarcerato dal 2002 nell'isola-prigione di Imrali per attività separatista armata. Hurriyet ha specificato che i raid hanno causato «ingenti danni» al Pkk.
ALTRI SCONTRI NEL CENTRO DEL PAESE. Il quotidiano turco ha poi ricordato che l'attacco è avvenuto tre giorni dopo il cannoneggiamento, da parte del Pkk, di un avamposto dell'esercito turco a Hakkari, una provincia vicino al confine iracheno. Le forze armate di Ankara non hanno ancora rilasciato alcuna dichiarazione. Altri giornali del Paese hanno dato notizie di altri scontri avvenuti tra il Pkk e le truppe ufficiali nell'area di Tuncelim nella Turchia centro-orientale.

Correlati

Potresti esserti perso