101018111300
ABUSI 15 Ottobre Ott 2014 1007 15 ottobre 2014

Infermiere molesta donna in ospedale

Roma, l'uomo è stato posto ai domiciliari. Accusa di violenza sessuale.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

Un infermiere, Armando Renzitelli, 36 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una turista a Roma. L'uomo, che è stato posto ai domiciliari, avrebbe abusato della donna molestandola nel pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli nella notte del 5 luglio.
Le indagini sono partite dopo la querela presentata da una donna straniera di 23 anni, finita in ospedale in forte stato di ebbrezza.
MOLESTATA SULLA LETTIGA. Secondo quanto emerso, il 36enne avrebbe immobilizzato la paziente legandole le braccia alla lettiga con un cavo dell'apparecchio per la misurazione della pressione e poi l'avrebbe molestata.
«Quando mi sono risvegliata me lo sono ritrovato addosso», ha raccontato la turista 23enne, «mi stava palpeggiando».
Quando ha realizzato cosa stesse accadendo, la ragazza ha chiesto aiuto inviando un sms ai familiari che erano nella sala d'attesa del pronto soccorso. Al loro arrivo Renzitelli si era però dileguato nel nulla.
Secondo quanto si è appreso, a incastrare l'infermiere sono state alcune testimonianze e il riconoscimento da parte della vittima.
GIÀ DENUNCIATO NEL 2009. Renzitelli, già denunciato nel 2009 per un episodio analogo e per il quale è stato rinviato a giudizio, s'è poi appreso essere legato a Forza Nuova, partito di estrema destra, con il quale è stato anche candidato alla Camera nelle elezioni 2013.
«Ho a cuore le nostre radici cristiane, l'amore per la patria e la salvaguardia della famiglia», diceva in un videomessaggio, «sono un infermiere e non un politico come tutti quelli che fino a oggi hanno rubato e continuano a rubare dalle nostre tasche».

Correlati

Potresti esserti perso