Manette Polizia 130831155832
VIOLENZA 15 Ottobre Ott 2014 1341 15 ottobre 2014

Lecce, sevizie a due immigrati: arrestate quattro persone

Torturati due fratelli marocchini. Alla base del gesto un prestito da 5 mila euro.

  • ...

Un uomo in manette.

Hanno più volte picchiato e torturato due fratelli, due cittadini marocchini, per recuperare un presunto prestito di appena 5 mila euro. Mettendo sale e alcool sui tagli inferti alle braccia e alle mani delle vittime, per aumentare il dolore. Quattro persone sono state arrestate dalla polizia in provincia di Lecce, con l'accusa di rapina, estrorsione aggravata e lesioni. Tra loro anche Paolo Guadadiello, considerato personaggio di spicco della criminalità locale. Gli altri sono i fratelli Walter e Giovanni Tramacere e Alessandro Perrone.
SOLDI CHIESTI PER TORNARE IN MAROCCO. I fatti contestati risalgono a giugno 2013, e si sarebbero verificati in varie località del Salento. Secondo la ricostruzione della polizia, i due immigrati avevano chiesto soldi in prestito per rientrare in Marocco e fare una vacanza. Alla mancata restituzione, ecco l'esplodere della violenza, contraddistinta da una notevole ferocia, tanto da indurre il Gip a scrivere di «reiterate sevizie» e di «una vera e propria escalation di violenza gratuita, al limite della tortura». Le indagini sono partite quando le due vittime si sono presentate al pronto soccorso dell'Ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce, per curare numerose ferite inflitte con armi da taglio.

Correlati

Potresti esserti perso