Ebola 141013194924
ALLARME 16 Ottobre Ott 2014 1656 16 ottobre 2014

Ebola, caso sospetto a Parigi

Ricoverata un'infermiera. Ban ki moon: «Serve 1 miliardo». Bufera su sanità Usa.

  • ...

Protezioni anti-ebola.

Possibile caso di Ebola a Parigi: secondo Le Parisien, un'infermiera che aveva curato l'operatrice umanitaria rimpatriata dalla Liberia e guarita dal virus alla fine di settembre, è stata ricoverata con febbre alta all'ospedale Begin. Il ministero della Sanità, per il momento, non ha confermato la notizia.
FEBBRE SOSPETTA. Secondo fonti concordanti, l'infermiera è stata effettivamente ricoverata all'ospedale militare Bégin di Saint-Mandé, nel dipartimento della Val-de-Marne, vicino Parigi, a causa di una «febbre sospetta», che potrebbe corrispondere a un caso di ebola.
A inizio pomeriggio, ha precisato una fonte vicina al dossier, l'infermiera è stata trasportata dai pompieri in quell'ospedale in quanto affetta da una febbre prolungata superiore ai 38 gradi.
La fonte non ha però confermato se la paziente fosse stata in contatto con l'infermiera di Medici senza frontiere, poi guarita, che aveva contratto il virus in Liberia.
CASI SOSPETTI A MADRID E NEGLI USA. Non è solo la Francia a temere. Sempre da Parigi è arrivato a Madrid, con un volo Air France atterrato a Barajas, un uomo che è stato ricoverato all'ospedale Carlo III che aveva manifestato sintomi del virus durante il viaggio.
Preoccupazione anche in Usa, dove un paziente è stato ricoverato con sintomi sospetti all’ospedale di Yale, sede della prestigiosa università della Ivy League, New Haven in Connecticut. Se confermato, sarebbe il terzo caso negli Stati Uniti. In Ohio due scuole sono state chiuse per la paura del contagio dopo che si è scoperto che un dipendente avrebbe viaggiato sullo stesso aereo dell'infermiera di Dallas infetta.
BAN A CACCIA DI 1 MILIARDO DI DOLLARI. Infine, va registrato l'appello del segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-moon, secondo cui «ebola è un enorme problema mondiale che richiede una risposta globale». Ban si è quindi rIvolto alla comunità internazionale affinché «finanzi il miliardo di dollari di aiuti» richiesto per contrastare il virus.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso