Ebola Klain 141017212639
VIRUS 17 Ottobre Ott 2014 2100 17 ottobre 2014

Ebola, Obama nomina super commissario

Il presidente Usa sceglie Ron Klain. L'avvocato che aiutò Al Gore nel recount.

  • ...

Ron Klain, il supercommissario nominato da Obama per l'allarme ebola in Usa.

Un nuovo supercommisario per l'emergenza ebola. Con le autority per la sanità finite nel mirino per la gestione dei casi di contagio e la psicosi collettiva che ha moltiplicato gli allarmi sui casi sospetti di contagio il presidente degli Usa Barak Obama ha deciso di nominare Ron Klain, l'avvocato che aiutò Al Gore nel recount della Florida contro George W. Bush, nuovo plenipotenziario della anti-ebola della Casa Bianca.
A Klain, un veterano dei palazzi di Washington e l'ex capo di gabinetto del vice-presidente Joe Biden e dello stesso Gore, è stato assegnato il compito di coordinare la risposta del governo al virus letale che finora ha contagiato tre persone negli Stati Uniti. «Ebola domina le notizie. Stiamo giocando tutte le carte per assicurare che gli americani restino al sicuro», ha detto Obama dopo l'annuncio della nomina del supercommissario.
KLAIN, GENIO NELLA GESTIONE DEI CASI COMPLESSI. Klain non ha esperienza medica ma è considerato un genio nella gestione di crisi complesse e la psicosi sull'ebola è ovviamente una di queste, a dispetto del fatto che solo due persone, le infermiere di Dallas Nina Pham e Amber Joy Vinson, hanno finora contratto il virus negli Stati Uniti.
CRISI SENZA PRECEDENTI PER LA GESTIONE OBAMA. Per l'amministrazione Obama l'ebola è una crisi di immagine senza precedenti dopo i ripetuti flop dei Cdc, l'autorità federale deputata alla prevenzione delle epidemia. L'ultima: ha lasciato che la Vinson si mettesse in volo per l'Ohio nonostante avesse denunciato di avere la febbre con la conseguenza che adesso sono circa 800 i passeggeri da monitorare, quelli a bordo dei voli di andata e ritorno più i voli successivi prima che i due jet venissero disinfettati.
KERRY: «SERVE UNO SFORZO GLOBALE». «Serve uno sforzo globale, se non sconfitta Ebola diventerà una piaga per decenni», ha messo in guardia il segretario di Stato John Kerry mentre il capo della Banca Mondiale Jim Yong Kim ha avvertito che il mondo «sta per perdere la battaglia». Previsioni apocalittiche, ma per la Casa Bianca la nomina del supercommissario ha il sapore di una mossa «di bottega». Klain aiuterà Obama a arginare una storia che sembra esser andata fuori controllo, ha detto una fonte democratica al New York Times, a meno di tre settimane dalle elezioni di metà mandato in cui il partito del presidente rischia di perdere il controllo di Capitol Hill.
ESTABLISHMENT MEDICO PERPLESSO. Perplesso l'establishment medico: «Non so cosa sia uno zar ma obbediamo al presidente», ha detto Anthony Fauci, massimo esperto Usa in malattie infettive aggiornando al National institute of health sulle condizioni della Pham (che ha diffuso un toccante video in cui ha ringraziato i medici): «È stabile, ma ha ancora sintomi». Sia Nina che Amber sono state trasferite in centri super-specializzati fuori dal Texas.
SI MOLTIPLICANO GLI ALLARMI. E mentre nel week-end sta per scadere la quarantena per Louise Troh, la fidanzata del «paziente zero» Thomas Duncan, e della sua famiglia, negli Usa si moltiplicano allarmi e smentite. Lo studente «a rischio» di Yale non ha Ebola, mentre una donna «che ha viaggiato di recente in Africa occidentale» ha vomitato su un pullman turistico in visita al Pentagono e un parcheggio del ministero è stato cordonato da agenti in tute haz mat. E intanto Ebola ha creato un incidente diplomatico con il Belize dopo che il Dipartimento di Stato ha scoperto che un tecnico di laboratorio di Dallas che aveva lavorato su «campioni contagiosi» di Duncan era in crociera nei Caraibi e ha cercato di rimpatriarlo. Ma il Belize è contrario e lo ha trattenuto in isolamento sulla nave.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso