Giorgio Napolitano 141017110925
GIUSTIZIA 18 Ottobre Ott 2014 1635 18 ottobre 2014

Consulta, Napolitano nomina due giudici

Nominati dal presidente Napolitano. Al parlamento: «Ora uscire dallo stallo».

  • ...

In parlamento continua lo stallo sull'elezione dei due giudici della Consulta, 20 le fumate nere fino ad ora, l'ultima il 16 ottobre. E la data della prossima votazione non è ancora in agenda.
Così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il 18 ottobre, ha dato la scossa, invitando i partiti a superare rapidamente le divergenze e nominando i due giudici di sua competenza.
VIA CASSESE E TESAURO. Si tratta di Daria De Pretis, ordinario di diritto amministrativo nell’Università degli Studi di Trento, e Nicolò Zanon, ordinario di diritto costituzionale nell'Università degli Studi di Milano, che sostituiscono Sabino Cassese e Giuseppe Tesauro, i quali cessano dalle loro funzioni il prossimo 9 novembre.
NAPOLITANO SFERZA IL PARLAMENTO. Il decreto legge del capo dello Stato è già stato controfirmato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi.
Dopo l'ufficializzazione delle nomine, Napolitano ha subito sferzato le Camere affinché escano dallo stallo: «Ora il parlamento segua rapidamente: c'è l'esigenza che la Corte Costituzionale sia in pienezza di composizione».
RENZI: «ORA BASTA ALIBI». Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha dichiarato: «Molto bene la decisione del presidente Napolitano, sono scelte di ottima qualità. Adesso il parlamento non ha più alibi, si deve chiudere».

Correlati

Potresti esserti perso