Obama 140908185747
VIRUS 18 Ottobre Ott 2014 1533 18 ottobre 2014

Ebola, Obama critico con l'autorità sanitaria

Il presidente americano «frustrato e arrabbiato» per gli errori commessi.

  • ...

Barack Obama.

Le fonti riportate dal New York Times parlano di un Barack Obama «frustrato e arrabbiato» per la risposta - deficitaria - delle autorità sanitarie al virus Ebola. Il presidente, che si è mostrato estremamente critico negli incontri a porte chiuse, avrebbe definito non abbastanza stringenti le norme e i protocolli adottati.
Obama avrebbe puntato il dito contro le autorità sanitarie per la non adeguata formazione dei medici e delle infermiere negli ospedali con casi di Ebola sulle corrette procedure di protezione.
«IL VIRUS NON SI TRASMETTE NELL'ARIA». Diversi i toni utilizzati dal presidente Usa nel discorso settimanale, in occasione del quale ha cercato di smorzare gli allarmismi («Il virus non si trasmette tramite l'aria come la febbre, non si può contrarre in aereo o in bus: non possiamo cedere all'isteria o alla paura») pur riconoscendo che si tratta di «una malattia seria»: «Quella a cui stiamo assistendo non è un'esplosione o un'epidemia di Ebola negli Stati Uniti. Siamo un Paese di 300 milioni di persone e finora sono stati diagnosticati tre casi».
«IMPARARE LA LEZIONE DI DALLAS». Casi limitati al Texas, per il momento, dove due infermieri hanno contratto il virus dal paziente zero, Thomas Eric Duncan, poi morto l'8 ottobre: «Stiamo condividendo le lezioni imparate così che non si ripetano gli errori accaduti a Dallas, le misure in atto saranno riviste e aggiornate se necessario, per assicurarci che stiamo facendo il possibile per la sicurezza degli americani».
«ISOLARE L'AFRICA PEGGIOREREBBE LA SITUAZIONE». «La battaglia all'Ebola richiederà tempo, potremmo avere altri casi isolati negli Usa», ha concluso Obama. «Per tutelare gli americani dobbiamo mettere fine alla crisi nell'Africa occidentale, che non va isolata: il rischio è peggiorare la situazione».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso