Tranfa_giudice
IL CASO 18 Ottobre Ott 2014 1515 18 ottobre 2014

Ruby, Canzio: «Le dimissioni di Tranfa sono clamorose»

Il presidente della Corte d'Appello di Milano Canzio: «Gesto non coerente con le regole».

  • ...

Il giudice Enrico Tranfa.

Nuovi sviluppi sul caso di Enrico Tranfa, il presidente del collegio d'Appello che ha assolto Silvio Berlusconi e si è dimesso il 17 ottobre.
Il passo indietro del magistrao ha infatti suscitato numerose reazioni, tra cui quella molto precisa del collega Giovanni Canzio.
«DIMISSIONI INCOERENTI CON REGOLE». Il presidente della Corte d'Appello di Milano ha spiegato che le dimissioni del giudice Enrico Tranfa se dettate da un personale dissenso per l'assoluzione di Silvio Berlusconi «non appaiono coerenti con le regole ordinamentali e deontologiche che impongono l'assoluto riserbo sulle dinamiche» della Camera di consiglio.
Inoltre Canzio ha spiegato che le dimissioni di Tranfa «costituiscono senz'altro un gesto clamoroso e inedito».
GESTO PER DISSENSO. Secondo quanto ha riportato il Corriere della Sera Tranfa si sarebbe dimesso per dimostrare il dissenso con la sentenza presa a maggioranza con il sì degli altri due giudici.
Tranfa aveva parlato di «scelta meditata».

Correlati

Potresti esserti perso