Stefania Giannini 140522110141
ISTRUZIONE 18 Ottobre Ott 2014 1600 18 ottobre 2014

Scuola, Giannini: «Nessun taglio, pronto un miliardo»

Il ministro a Palermo: «Risorse inedite, in futuro insegnamento delle lingue alla primaria».

  • ...

Stefania Giannini, ministro dell'Istruzione.

Un miliardo di risorse pronte per la scuola e l'insegnamento delle lingue già nella scuola primaria.
Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, intervenuto in un liceo a Palermo e vittima di violente contestazioni di parte di lacuni ragazzi, sembra avere le idee chiare per il futuro prossimo dell'istruzione in Italia con il piano 'La buona scuola'.
«NESSUN TAGLIO, PRONTO UN MILIARDO». L'esponente di Scelta civica ha spiegato che «un miliardo di risorse fresche sono state destinate alla scuola dal Consiglio dei ministri. Qualcuno ha parlato di tagli, ma a mia memoria erano anni che non venivano assegnate risorse in più a questo settore».
Ma non è tutto: a questo miliardo se ne aggiungeranno due dalla programmazione economica triennale, per un totale di tre.
MOLTE ASSUNZIONI IN PROGRAMMA. Inoltre, secondo il ministro, sono in arrivo 148 mila potenziali assunzioni che non sono soltanto una stabilizzazione, e che si uniranno alle quasi 40 mila cattedre del concorso che porterà a complessive 200 mila immissioni in ruolo dal primo settembre 2016. Con quello che risparmieremo si potranno mettere in pratica investimenti necessari che finora non sono stati fatti».
«LINGUE GIÀ ALLA PRIMARIA». Il ministro ha ribadito che «nella scuola che immagino i privati capiscono che non basta investire sul Colosseo ma anche in progetti educativi e che l'insegnamento delle lingue deve partire nella scuola primaria, non basta potenziare le ore di inglese o francese al liceo».
Per la Giannini i protagonisti della scuola devono essere gli studenti, e «se il loro ruolo è stato fin qui sottovalutato forse deve emergere meglio tanto che gli studenti anche a scuola e non solo all'università potrebbero essere coinvolti nelle valutazioni dei professori».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso