Vieste Omicidio 141019105737
VIESTE 19 Ottobre Ott 2014 1053 19 ottobre 2014

Vieste, ritrovato il cadavere del pescatore Antonio Di Mauro

Per l'omicidio di Antonio Di Mauro è accusato il cognato. Il colpo di fucile dopo una lite.

  • ...

Un motoscafo dei carabinieri impegnato nelle ricerche del cadavere di Antonio Di Mauro.

Nella tarda serata di sabato 18 ottobre, nello specchio di mare antistante località Vignanotica nel territorio di Manfredonia, è stato ritrovato il cadavere di Antonio Di Mauro, il pescatore di Vieste ucciso con un colpo di fucile il 16 ottobre scorso, mentre si trovava a bordo della sua barca nelle acque dell'Isola della Chianca, tra Vieste e Peschici. La salma è stata trasportata all'obitorio dell'ospedale di Manfredonia, per consentire l'autopsia.
ARRESTATO IL COGNATO. Per il delitto si trova in carcere il cognato della vittima, Riccardo Bramante, che è accusato anche di aver occultato il cadavere gettandolo in mare. L'omicidio sarebbe scaturito da un litigio. Testimone del delitto un uomo che era a bordo della barca della vittima, il quale dette l'allarme ai carabinieri. Bramante non ha confessato e nell'interrogatorio dinanzi al magistrato inquirente si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso