Albenga Monsignor 141023124657
AMMONIZIONE 23 Ottobre Ott 2014 1247 23 ottobre 2014

Papa Francesco commissaria Albenga, la diocesi degli scandali

Clero troppo disinvolto in Liguria: tra pedofilia, furti delle offerte e selfie gay.

  • ...

Monsignor Mario Olivieri, vescovo della diocesi di Albenga, finita più volte al centro di scandali.

Sacerdoti condannati o indagati per pedofilia, parroci che posano nudi in fotografie pubblicate su Facebook o su siti gay, altri che svuotano le cassette parrocchiali e se la danno a gambe, preti tatuati che fanno i barman in locali notturni o che corteggiano le fedeli. Sembra una barzelletta, ma sono stati effettivamente questi gli ultimi scandali che hanno coinvolto la diocesi di Albenga, cittadina ligure in provincia di Imperia. Episodi clamorosi e troppo concentrati per far pensare a semplici coincidenze, tanto da far scattare l'intervento diretto di Papa Francesco. Il pontefice, secondo quotidiani locali, avrebbe infatti 'commissariato' la diocesi di Albenga, retta da 25 anni dal 70enne monsignor Mario Oliveri. La decisione sarebbe stata presa dopo un'indagine del nunzio apostolico Adriano Bernardini sulla chiesa locale, inviato direttamente dal Papa.
«CLERO TROPPO DISINVOLTO». A scatenare l'interesse vaticano sono state le continue segnalazioni di fedeli, in cui definivano il clero ligure un po' troppo «disinvolto». La colpa di monsignor Oliveri sarebbe stata quella di aver accolto in seminario aspiranti sacerdoti senza aver prima esaminato con attenzione la reale vocazione dei giovani. Questo, secondo le accuse, avrebbe generato preti «deboli» e poco convinti della loro missione.
IL VESCOVO SARÀ AFFIANCATO DA UN TUTOR. La notizia non è stata commentata dal vescovo e dalla curia, che si sono chiusi in 'religioso silenzio'. Secondo fonti locali, monsignor Olivieri dovrebbe essere affiancato da una sorta di tutor, che lo accompagni e sorvegli la diocesi per i mesi successivi: si parla di Alberto Maria Careggio, ex vescovo di Sanremo-Ventimiglia, 77 anni, ex 'guida alpina' di papa Wojtyla, considerato un progressista.
RECENTI VIOLENZE SU UNA CHIERICHETTA. Tra le vicende più gravi accadute nella diocesi, la condanna per abusi sessuali di don Luciano Massaferro. parroco di Alassio, su una chierichetta di 7 anni e 8 mesi. Piuttosto insolite, per un luogo di culto, anche le storie di padre Alfonso Maria Parente, fuggito con i soldi della parrocchia di Pairolo, o quella di don Juan Pablo Esquivel, che vive con un amico ed è appassionato di culturismo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso