Thierry Lepaon Francia 141029200154
SCANDALO 29 Ottobre Ott 2014 1940 29 ottobre 2014

Francia, spese pazze: bufera sul leader sindacale Thierry Lepaon

Il numero uno del Cgt nei guai. La ristrutturazione della casa di Parigi da 130 mila euro addebitata all'associazione.

  • ...

Il numero uno del sindacato francese Cgt Thierry Lepaon.

Bufera in Francia sul leader del sindacato Cgt, Thierry Lepaon. Secondo quanto denunciato dal settimanale satirico Le Canard Enchaîné il numero uno della maggiore associazione di rappresentanza dei lavorartori trasnsalpina avrebbe infatti avrebbe pagato la ristruttturazione del proprio appartamento, a spese del sindacato. Ben 130 mila euro per l'appartamento di servizio di 120 metri quadrati a Vincennes, un comune elegante alle porte di Parigi, affacciato sul bosco. Affitto mensile: tra i 2.000 e i 2.500 euro. La fattura - di cui una copia circola dal 29 ottobre sui giornali e sui siti web - era persino più salata all'inizio: 150 mila euro. Per ridurre un po' i costi, Lepaon avrebbe rinunciato all'home theater e alla cantina per i vini.
IL SINDACATO GIUSTIFICA LA SPESA. Le rivelazioni imbarazzano ora il sindacato dei lavoratori, che dovrebbe dare esempio di modestia. Ed invece il suo leader «ha ceduto alla tentazione dei quartieri alti», ha scritto ironico Le Canard. In un comunicato, il tesoriere della Cgt, Eric Lafont, ha giustificato così la spesa: «C'era la necessità di mettere a disposizione del segretario generale un appartamento di servizio nella regione parigina, interamente ammobiliato e attrezzato. Non potevamo chiedergli di pagare un secondo affitto», ha spiegato. Lepaon è infatti il primo leader della Cgt a non vivere regolarmente a Parigi, ma in Normandia, dove affitta una casa popolare.
DOCUMENTO DIFFUSO DA UNA TALPA NEL SINDACATO. Nella fattura figurano spese per rifare la pittura e il parquet, i bagni e la cucina, impianto elettrico e idraulico, l'arredamento e l'acquisto di piatti, pentole, coperte, e tutto l'occorrente per vivere. Anche una macchinetta elettrica per il caffé. Sembra che il documento circoli nella Cgt da alcuni giorni, da quando cioè una «talpa» se lo è procurato, lo ha fotocopiato e ha fatto circolare copie in tutte le sedi del sindacato. Lafont ha annunciato l'apertura di un'inchiesta interna per chiarire come mai un documento riservato sia diventato pubblico.
IL PREMIER VALLS: «C'È CRISI, SERVE ESSERE ESEMPLARI». L'ex dipendente di Moulinex di 54 anni, che ha preso il posto del leader «storico» della Cgt, Bernard Thibault, al momento non è intervenuto. Ma ora la sua poltrona traballa.
Il premier Manuel Valls ha avuto una cauta reazione: «Non è il caso di infierire su Lepaon, che avrà modo di spiegarsi. Ma in un momento di crisi economica come questo tutti hanno il dovere di essere esemplari». La vicenda di Lepaon ricorda altri casi simili in Francia. Nel 1995 si scoprì per esempio che Alain Juppé, all'epoca primo ministro di destra (e oggi pretendente all'Eliseo per le elezioni del 2017) affittava un appartamento di 180 mq, a Parigi, pagando un affitto irrisorio, di molto al di sotto del prezzo di mercato. Anche allora era stato lo stesso Le Canard Enchaîné a rivelare lo scandalo.

Correlati

Potresti esserti perso