Brittany Maynard 141030124738
LOTTA PER LA VITA 30 Ottobre Ott 2014 0800 30 ottobre 2014

Brittany Maynard rimanda l'eutanasia per amore

L'ultimo giorno doveva essere il primo novembre. «Non è ancora il momento».

  • ...

Non è ancora momento giusto per morire. Brittany Maynard, la ragazza a cui è stato diagnosticato un cancro al cervello e che ha deciso di procedere al suicidio medicalmente assistito, ha fatto sapere di voler rimandare il giorno del suo suicidio, inizialmente stabilito il primo di novembre.
RITARDO, MA L'IDEA NON CAMBIA. «Mi sento ancora abbastanza bene e sono ancora abbastanza felice e continuo a ridere e a sorridere con la mia famiglia e gli amici», ha affermato in un video.
La 29enne ha aggiunto però di non avere cambiato idea sulla sua decisione, perché le sue condizioni di salute peggiorano di settimana in settimana.

Brittany Maynard, malata di cancro al cervello, ha deciso di morire il primo novembre: il giorno dopo il compleanno del marito Dan.

La storia di Brittany Maynard era circolata quando aveva reso pubblica in un video la decisione di mettere fine alla sua vita.
Nel giro di pochissimo tempo era diventata una prominente portavoce del movimento "morte con dignità" che sostiene che ai malati terminali debba essere permesso di ricevere le cure affinché possano decidere di morire ai loro termini.
Allo stesso tempo era stata molto criticata per la sua scelta da quelli che la pensano in maniera opposta.
In un nuovo video di sei minuti registrato tra il 13 e il 14 ottobre e diffuso dall'organizzazione no-profit statunitense Compassion & Choice, Brittany Maynard ha fatto sapere di voler aspettare e vedere come progrediscono i sintomi prima di decidere un'altra data.
LE DIFFICOLTÀ QUOTIDIANE. «Quando le persone mi criticano perché non voglio aspettare oltre, oppure vogliono decidere cosa è meglio per me, fa male».
Le sue condizioni di salute, come diagnosticato dai medici, continuano a peggiorare: lei stessa ha descritto uno degli ultimi giorni «terrificante», quando non è stata in grado di dire il nome di suo marito.
«Penso che a volte le persone mi guardino e pensino, "beh, non sembri malata come dici di essere": questo fa male, perché quando ho un attacco e non posso parlare, di certo mi sento malata nella stessa misura in cui lo sono».
Come ha affermato nel video, una delle paure più grandi di della ragazza è proprio aspettare troppo tempo a procedere con il suicidio medicalmente assistito.
L'AMORE DELLA FAMIGLIA. Nell'ultimo video diffuso hanno parlato anche la madre e il marito di Brittany Maynard.
«Non è compito mio dire come deve vivere e non è compito mio dire come deve morire», ha affermato Debbie Ziegler. «Devo solo darle il mio amore mentre attraversa tutto questo».
Suo marito, Dan Diaz, ha detto che lui e Brittany stanno prendendo quello che viene giorno dopo giorno: «Questo è l'unico modo che abbiamo per affrontarlo. Lasci da parte le cose materiali, tutte le sciocchezze a cui tutti sembrano essere attaccati come società. E capisci che sono questi i momenti che davvero contano».

Correlati

Potresti esserti perso