Mussari 130127083737
SENTENZA 31 Ottobre Ott 2014 1703 31 ottobre 2014

Mps: Mussari, Vigni e Baldassarri condannati

Processo Alexandria, agli imputati tre anni e mezzo e interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

  • ...

Giuseppe Mussari.

Tutti condannati in primo grado nel processo Alexandria, uno dei filoni dell'inchiesta su Monte dei Paschi di Siena.
Tre anni e sei mesi all'ex presidente di Mps Giuseppe Mussari. Stessa pena per gli altri due imputati: l'ex direttore generale Antonio Vigni e l'ex capo area finanza Gianluca Baldassarri.
I giudici hanno fatto scattare anche l'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.
STESSA ACCUSA. Erano tutti accusati di ostacolo in concorso all'esercizio delle funzioni delle pubbliche autorità di vigilanza.
I pubblici ministeri Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso avevano chiesto una pena di sette anni per Giuseppe Mussari e sei ciascuno per Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri.
Il caso, però, non è ancora chiuso: «Certo che faremo appello: un processo è come una partita di calcio, ci sono sempre tre risultati», ha detto l'avvocato Franco Coppi, uno dei difensori dell'ex direttore generale di Mps, Antonio Vigni, dopo la condanna degli imputati nel processo per la ristrutturazione di Alexandria. «Non sono soddisfatto neppure quando vinco, figuriamoci quando perdo», ha aggiunto.
IL LEGALE DI MUSSARI: «MOLTO SORPRESI». «Siamo molto sorpresi: nei confronti di Giuseppe Mussari non c'era nessun elemento di prova. Ricorreremo in appello e su questo siamo molto fiduciosi», ha aggiunto l'avvocato Fabio Pisillo, uno dei legali di Giuseppe Mussari.
Accuse alla Banca d'Italia da parte di Filippo Dinacci, difensore di Gianluca Baldasarri: «I testi comparsi in tribunale hanno dimostrato che Bankitalia era a conoscenza di tutta la vicenda relativa al mandate agrimeent. Hanno dovuto anche cambiare capo di imputazione perchè non riuscivano evidentemente a dimostrare l'ostacolo come evento ingannatore». Il suo collega Stefano Cipriani ha annunciato che: «Leggeremo la sentenza e poi faremo appello».
NESSUN COMMENTO DAI PM. «Le sentenze non si commentano, si rispettano», ha invece detto il pm Antonino Nastasi. L'accusa, che aveva chiesto sette anni per Giuseppe Mussari e sei per Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri, non ha ancora deciso se faranno appello. I magistrati però sarebbero soddisfatti perchè «l'impianto accusatorio ha retto: il tribunale ha riconosciuto che c'è stato un danno in concreto».

Il sindaco di Siena: «La giustizia comincia a fare il suo corso»

Manifestanti protestano fuori dal tribunale di Siena, 31 Ottobre 2014.

Tante le reazioni della politica e della società. «La giustizia comincia a fare il suo corso!», ha scritto in un tweet il sindaco di Siena, Bruno Valentini, commentando a caldo la sentenza di condanna.
«Prime condanne, a tre anni e sei mesi, per gli ex vertici del Monte Paschi Siena», ha invece commentato Matteo Salvini.
SALVINI: «CROLLA IL MURO ROSSO». «Vittoria, finalmente il muro rosso comincia a crollare. Siamo solo all'inizio. Renzi non è il caso di chiedere scusa?».
Poco prima della sentenza, Salvini si era espresso altrettanto chiaramente contro il sistema politico alla spalle diMps: «Oggi a Siena si chiude il processo al Monte dei Paschi, auspicabilmente con delle condanne. Penso si stia sgretolando il sistema di quelli che erano moralmente superiori. Questi probabilmente sono peggiori di tutti gli altri. Se condannano qualcuno del Monte dei Paschi aspetto le condanne anche in Emilia-Romagna, di gente che ha mangiato tutto quello che poteva mangiare, lasciando la regione in queste condizioni».
I SIMPATIZZANTI DI LEGA E M5S: «BUFFONI! A LAVORARE». Anche i simpatizzanti di Lega Nord e Movimento 5 stelle hanno espresso il loro dissenso nei confronti degli imputati: «Buffoni buffoni, ladri, andate a lavorare», hanno urlato dai loro presidi quando sono apparsi vicino all'uscita del tribunale Gianluca Baldassarri e Antonio Vigni, dopo la lettura della sentenza.
I manifestanti, dal primo pomeriggio, stazionavano con bandiere e striscioni davanti al tribunale. Vigni e Baldassarri, con i loro avvocati, hanno quindi preferito uscire dal retro del palazzo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso