Bagagli 141102140743
DISAGI 2 Novembre Nov 2014 1407 02 novembre 2014

Fiumicino, protesta dei lavoratori: migliaia di bagagli bloccati

Caos all'aeroporto per l'azione del personale di terra contro il piano licenziamenti Alitalia.

  • ...

I lavoratori di Fiumicino hanno bloccato i bagagli.

Domenica di tensione all'aeroporto di Fiumicino. Il 2 novembre i bagagli sono completamente bloccati nello scalo romano, per una protesta del personale di terra che ha bloccato il Net (sistema automatizzato per la consegna) dalle 10 fino alle 14:30.
La protesta parte dall'accordo tra Alitalia e Etihad, che ha previsto una ristrutturazione aziendale e il taglio di 994 dipendenti. Si tratta di 879 addetti di terra, 61 piloti e 54 assistenti di volo. È la seconda fase di tagli, che segue il licenziamento di altri 713 lavoratori.
I primi licenziamenti erano già iniziati l'1 novembre, quando ad alcuni dipendenti dell'ufficio tecnico erano stati disattivati i profili per accedere ai terminali.
BADGE DISATTIVATI. La mattina del 2 novembre, alcuni operatori di terra hanno cercato di entrare nell'aeroporto ma i badge erano stati disattivati. Così i colleghi alle dieci hanno iniziato una protesta, interrompendo il lavoro e lasciando l'aeroporto, bloccando così oltre 3 mila bagagli. L'azienda, tuttavia, ha fatto sapere con una nota che si sarebbe trattato soltanto di un problema tecnico con i badge, e non di licenziamenti.
La paura adesso è che si ripeta quello che è già successo in agosto, quando il blocco del carico e dello scarico dei bagagli provocò disagi ai passeggeri che furono risolti dopo settimane.
SALTATE 25 POSTAZIONI. «A causa di un disguido interno», fanno sapere fonti Alitalia, «sono state disattivate questa mattina le postazioni di 25 lavoratori Alitalia dello scalo di Fiumicino che, soltanto domani, sarebbero dovute essere disattivate in coincidenza con la consegna a questi lavoratori delle lettere di messa in mobilità. Questo disguido ha creato un po' di agitazione tra i lavoratori provocando qualche ritardo nella consegna o nel riavvio di alcune centinaia di bagagli in transito, che saranno prontamente riconsegnati dalla compagnia nel minor tempo possibile».
Nessun problema di ordine pubblico in aeroporto ma un presidio della polizia staziona dinanzi al Net. Da parte sua - si apprende da fonti aeroportuali - Aeroporti di Roma, che si è attivata subito sin dalle prime ore del mattino, è pronta ad intervenire, come la scorsa estate, con una task force di alcune decine di addetti ma, al momento, rimane in attesa di una richiesta operativa da parte di Alitalia.

Correlati

Potresti esserti perso