Coca Cola Gaza 141103190044
PALESTINA 3 Novembre Nov 2014 1858 03 novembre 2014

Gaza, Israele ha autorizzato l'apertura di uno stabilimento della Coca Cola

Finora nella Striscia si produceva soltanto la Pepsi. La fabbrica pronta in sei mesi.

  • ...

A Gaza è prevista l'apertura di una fabbrica della Coca Cola, la prima nella Striscia.

È questione di tempo, ma a breve anche la Coca Cola sarà prodotta e venduta normalmente a Gaza. Israele ha infatti autorizzato un imprenditore palestinese ad aprire uno stabilimento nella Striscia, dando così il via non solo a una maggiore presenza del prodotto, ma anche all'assunzione di centinaia di operai e personale amministrativo, impiegati nella produzione e nella distribuzione della bevanda. Una boccata di ossigeno per le possibilità di lavoro nell'enclave islamica palestinese e per la sua economia.
FINORA SOLTANTO LA PEPSI. A Gaza circolava finora in prevalenza solo la grande concorrente, la Pepsi, prodotta direttamente nella Striscia, mentre era piuttosto difficile trovare la Coca Cola. Quella venduta di norma arrivava da Ramallah. Ma, con i valichi di frontiera controllati da Israele spesso chiusi per motivi poitici e militari, molto spesso era difficile trovarla. Ora il Cogat, l'autorità amministrativa israeliana che controlla i Territori Occupati e l'accesso alla Striscia, ha raccomandato al ministero della difesa di Moshe Yaalon di autorizzare la richiesta dell'imprenditore.
FABBRICA PRONTA IN SEI MESI. La realizzazione dello stabilimento della Coca Cola è prevista nella zona industriale di Karni (Nord della Striscia), a ridosso dell'omonimo valico di frontiera costruito sul lato israeliano nel 1993. Le previsioni parlano di sei mesi per completarlo. Il valico è attualmente chiuso, ma la zona industriale è attiva: grandi spazi e strutture usati sia dalle organizzazioni internazionali, sia dagli imprenditori palestinesi. Nella futura organizzazione, il passaggio di Karni continuerà comunque a restare chiuso. Tutti prodotti e le merci necessarie all'attività della fabbrica passeranno per il confine di Kerem Shalom, tradizionale posto di transito di ogni bene e materiale tra Israele e la Striscia.

Correlati

Potresti esserti perso