Omosessuali 141006191028
BUFERA 3 Novembre Nov 2014 1615 03 novembre 2014

Unioni gay, scontro a Bologna tra sindaco e prefetto

Il secondo ha ordinato l'annullamento delle trascrizioni delle nozze all'estero. Ma Merola si rifiuta.

  • ...

Nozze gay negli Stati Uniti.

Sulla falsariga di quanto successo a Roma è scoppiata la polemica a Bologna tra il prefetto e il sindaco della città-
Il nodo del contendere? Le trascrizioni delle unioni gay contratte all'estero.
Il prefetto Ennio Mario Sodano ha adottato il provvedimento di annullamento dell'atto con il quale il sindaco di Bologna Virginio Merola lo scorso 21 luglio aveva disposto la trascrizione nei registri dello stato civile dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso e le trascrizioni fino ad oggi effettuate. Ma il primo cittadino non ci sta.
MEROLA: «NON ANNULLERÒ TRASCRIZIONI». Il sindaco di Bologna Virginio Merola ha deciso di non annullare la trascrizione delle nozze gay contratte all'estero come gli ha ordinato il prefetto.
Lo ha annunciato con una nota, «perché contrasta con il diritto europeo, con la nostra Costituzione, con il diritto delle persone che hanno chiesto la trascrizione, con la storia e il futuro della città che ho l'onore di rappresentare e con la mia coscienza».
Merola ha aggiunto che «risponderà in queste ore al prefetto perché provveda lui al concreto annullamento e informerò le persone direttamente interessate dalla decisione di annullamento del prefetto, perché almeno possano valutare le azioni legali a loro tutela».
CIRCOLO CASSERO: «PIRNO SOSTEGNO A MEROLA». «Pieno sostegno al nostro sindaco Virginio Merola e soprattutto alle coppie di gay e lesbiche ferite nuovamente dall'arroganza del prefetto e del suo mandante. Siamo pronti alla mobilitazione: se vogliono sfidare a braccio di ferro questa città e questo Paese noi di certo non ci tireremo indietro».
A dirlo in una nota lo storico circolo gay bolognese il Cassero, dopo l'annuncio del prefetto di cancellare le trascrizioni dei matrimoni gay contratti all'estero e la decisione del sindaco di non farlo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso