Ebola 141003073143
EPIDEMIA 4 Novembre Nov 2014 1903 04 novembre 2014

Ebola, scoperto come il virus cambia d'abito

Manipola il materiale genetico per produrre proteine inedite, che possono alterare la sua pericolosità.

  • ...

Equipe anti-ebola in azione.

Svelato il meccanismo con cui il virus ebola si cambia d'abito mentre invade le cellule: lo fa manipolando il proprio materiale genetico in modo da produrre proteine del tutto inedite, che possono alterare la sua pericolosità. La scoperta, utile per lo sviluppo di nuove cure e vaccini, è stata pubblicata sulla rivista mBio della società americana di microbiologia da una task force di tre istituti di ricerca coordinati dal Craig Venter institute, il laboratorio del 'padre' della vita artificiale.
ALLO STUDIO UN ALTRO VIRUS. Protagonista dello studio è il ceppo di virus ebola responsabile dell'attuale epidemia nell'Africa occidentale. Assieme a lui, è finito sotto la lente dei ricercatori anche un altro virus 'cugino', il virus Marburg, che nel 2005 ha generato un focolaio di febbre emorragica in Angola e che recentemente ha fatto la sua comparsa anche in Uganda.
ESPERIMENTO SU UMANI E SCIMMIE. Grazie a un'innovativa tecnica di sequenziamento, i ricercatori hanno monitorato passo dopo passo la replicazione di questi virus, sia all'interno di cellule umane sia di scimmia coltivate in provetta. Hanno così scoperto che l'enzima polimerasi, essenziale per la replicazione del genoma virale, non scorre liberamente lungo la molecola di Rna che fa da 'stampo', ma s'inceppa in alcuni punti: qui finisce con l'aggiungere delle nuove 'lettere' (ovvero nucleotidi) che non sono presenti nel Rna originale. Si creano così delle copie di Rna leggermente diverse che danno forma a proteine del tutto inedite. Questo accade di frequente nella regione di Rna che serve a produrre l'abito del virus, ovvero la glicoproteina che riveste la sua superficie. A volte, però, il rimaneggiamento del Rna avviene anche in corrispondenza di altri geni che contengono le istruzioni per sintetizzare altre proteine.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso