James Foley Isis 140820124159
RIVELAZIONE CHOC 4 Novembre Nov 2014 0715 04 novembre 2014

Isis, Fox News: «Gli Usa sapevano dove era prigioniero Foley»

Secondo una fonte dell'emittente Obama ha avuto informazioni precise a maggio.

  • ...

James Foley in ginocchio prima della decapitazione. Alle sue spalle un miliziano dell'Isis.

Ancora polemiche sulla morte del giornalista americano James Foley, decapitato dall'Isis. Secondo quanto ha rivelato Fox News, l'amministrazione Obama ebbe informazioni specifiche e concrete sul luogo in cui il giornalista americano James Foley e altri ostaggi erano detenuti in Siria già ai primi di maggio. Ma la missione per liberarlo, poi fallita, fu approvata solo a luglio.
Questo divario solleva interrogativi sul fatto che l'operazione per salvare gli ostaggi americani e britannici è stata inutilmente ritardata di almeno cinque settimane perché l'amministrazione voleva che l'intelligence ci lavorasse ancora.
CONTRADDETTA LA CASA BIANCA. «Abbiamo avuto molte informazioni utili e specifiche su dove erano tenuti in ostaggio», ha rivelato la fonte anonima la quale ha aggiunto che i rapitori dello Stato islamico si sentivano così sicuri nella loro roccaforte di Raqqa, in Siria, che gli ostaggi sono stati spostati tra poche località.
In tarda primavera, gli ostaggi americani e britannici erano stati detenuti per almeno tre settimane in una struttura. Queste nuove rivelazioni sembrano contraddire quanto finora detto dall'amministrazione e cioè che la Casa Bianca autorizzò la missione non appena l'intelligence diede l'ok.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso