Bruxelles Scontri 141106181439
PROTESTA 6 Novembre Nov 2014 1814 06 novembre 2014

Sciopero anti austerity, scontri a Bruxelles

Violenze tra manifestanti e polizia. Diversi feriti. Lancio di pietre e bottiglie, incendiate auto. 

  • ...

Un'auto incendiata durante gli scontri a Bruxelles.

Guerriglia urbana nelle strade di Bruxelles. Il 6 novembre si sono verificati violenti scontri tra alcune centinaia di manifestanti e le forze dell'ordine, che avrebbero causato feriti anche gravi, in occasione dello sciopero generale indetto contro le politiche di austerità annunciate dal nuovo governo di destra.
Circa 100 mila persone, secondo le stime sindacali, hanno attraversato la città in segno di protesta. Alcune centinaia si sono poi sganciati dal corteo e, armati di bastoni, pietre e bottiglie hanno dato vita a scontri con la polizia dando fuoco ad alcune auto.
FERITI E ARRESTI. La polizia è intervenuta con delle cariche e facendo ricorso al lancio di gas lacrimogeni e all'uso di idranti. Al termine di un'ora circa di scontri e tafferugli, il bilancio è risultato essere di 36 feriti, tra cui una dozzina di poliziotti, e una trentina di fermi tra i manifestanti. Oltre a numerose vetrine infrante e auto distrutte.
GOVERNO NEL MIRINO. A dare fuoco alle polveri della protesta, il programma economico-sociale che il nuovo esecutivo di destra ha messo a punto per realizzare risparmi per complessivi 11 miliardi di euro nei prossimi cinque anni. Tra i vari interventi contestati, l'innalzamento dell'età pensionabile da 65 a 67 anni a partire dal 2030. Il governo ha giudicato totalmente inaccettabili le violenze avvenute e ha ribadito che le misure in corso di adozione sono necessarie per garantire il futuro. Altre manifestazioni sono previste nei prossimi giorni prima di uno sciopero generale in tutto il Paese fissato al momento per il 15 dicembre.

Correlati

Potresti esserti perso