Acciaieria Terni Protesta 141029154149
DOPO LE POLEMICHE 6 Novembre Nov 2014 1357 06 novembre 2014

Scontri Ast, la Digos chiede i video alle tivù

Nel mirino la trasmissione Gazebo: ha mostrato un poliziotto che ordinava di caricare gli operai.

  • ...

Roma: un manifestante ferito negli scontri con la polizia (29 ottobre 2014).

La Digos ha chiesto che la trasmissione di Rai3 'Gazebo' consegni con «urgenza» tutto il materiale «girato» durante la manifestazione dei lavoratori Ast di Terni alla Questura di Roma.
La richiesta, che riguarda anche tutte le emittenti televisive Rai, Mediaset, La7 e Sky , è arrivata il 5 novembre dalla Digos dopo le polemiche esplose in seguito alle immagini trasmesse in tivù sulla manifestazione degli operai di Terni. Ma nel mirino c'è soprattutto la trasmissione 'Gazebo', che domenica 2 novembre ha mostrato un funzionario di polizia mentre diceva «caricate!» agli agenti schierati in Piazza Indipendenza a pochi metri dai lavoratori.
«Per adempiere a delega dell'autorità giudiziaria», si legge nella lettera partita dalla Questura che ha come oggetto '29.10.2014 Manifestazione indetta dai dipendenti della Ast di Terni', «si prega voler acquisire le immagini nella disponibilità delle emittenti televisive Rai, Mediaset, La7 e Sky relative ai fatti occorsi il 29 ottobre in occasione della nota manifestazione indetta dai dipendenti della Ast di Terni».
RICHIESTA «URGENTE». «In particolare», ha chiesto la Digos, «si chiede di procedere all'acquisizione del 'girato' da cui sono state estratte le immagini divulgate nel corso di telegiornali e di trasmissioni televisive dedicate all'argomento specifico, quale ad esempio la trasmissione 'Gazebo' del 2 novembre». La Digos stringe poi sui tempi: «Si prega di voler trasmettere i filmati così acquisiti, nonché quelli scaricabili da social network, a quest'ufficio per i seguiti di competenza. Si rappresenta che la richiesta riveste carattere di urgenza», si legge nella lettera.

Correlati

Potresti esserti perso