Maltempo Carrara 141105111352
CLIMA 9 Novembre Nov 2014 1600 09 novembre 2014

Maltempo, in Liguria allerta per il 10 novembre

Paura per le previsioni al Centro-Nord. A Carrara rischi per l'esondazione dei fiumi.

  • ...

Carrara: l'esondazione del fiume Carrione (5 novembre 2014).

Torna l'incubo maltempo in Italia.
Secondo le previsioni a partire dal 10 novembre sono previste forti piogge su gran parte delle regioni ma che risulteranno abbondanti in special modo su Liguria, aree montane e pedemontane di Piemonte.
In Toscana precipitazioni previste principalmente nelle aree costiere ed il settore appenninico dove i fenomeni risulteranno intensi.
E sono proprie queste due regioni quelle più a rischio e con diversi allarmi attivi.
ALLERTA ARPAL PER TEMPORALI. L'Arpal della Liguria ha ribadito l'avviso, il più alto segnale di pericolosità consentito all'agenzia, per un peggioramento meteo previsto dal pomeriggio del 9 novrembre.
Tra l'altro potrebbero tornare le 'celle' temporalesche stazionarie che dettero il via all'alluvione del 9 ottobre scorso.
ALLERTA 2 IN LIGURIA. E in Liguria è allerta 2 dalle 6 del 10 novembre.
Scuole probabilmente chiuse lunedì 10 a Genova e nei comuni toccati dall'allerta 2 emesso dalla protezione civile regionale.
La chiusura delle scuole è solo uno dei provvedimenti di autoprotezione che i Comuni predispongono in caso di elevato rischio meteoidrogeologico e che vengono specificati in ordinanze ad hoc.
DUE RIVI ESONDATI A GENOVA. Intanto, la sera del 9 novembre, due rivi sono esondati a Genova. Poco dopo le 22 è uscito dagli argini un piccolo corso d'acqua in parte tombato a Cornigliano e ha allagato cantine e primi piani delle abitazioni che sorgono sul rivo.
Altra situazione critica è stata registrata vicino a Staglieno, zona già duramente colpita dall'alluvione del 9 ottobre. Problemi anche nelle zone di Brin e Bobbio nei sottopassi, dove alcune auto sono rimaste bloccate dall'improvviso innalzamento dell'acqua. I vigili del fuoco hanno salvato i passeggeri delle auto.
Anche i sottopassi di via Canevari e corso Sardegna, nel Quadrilatero del fango, sono allagati ed è scattato il dispositivo di emergenza per bloccare i veicoli. Allagamenti anche nel levante di Genova. Il forte vento ha costretto al dirottamento su Pisa del volo in arrivo da Roma Fiumicino.
A CARRARA DORMONO IN 50 NEL COMUNE. Intanto in Toscana la situazione continua ad essere molto difficile.
Una cinquantina di persone ha dormito la notte del 10 novembre in una sala del municipio di Carrara che, recita uno striscione dei manifestanti, «sarà occupato fino a quando il sindaco non se ne sarà andato».
La notte è passata tranquilla, senza tensioni. A controllare con discrezione la protesta ci sono alcuni vigili urbani.
La sala di rappresentanza del Comune è stata occupata dopo la manifestazione dell'8 novembre, alla quale hanno partecipato circa 2 mila persone che chiedono le dimissioni della giunta, dopo l'alluvione.
ALLERTA PER IL 10 NOVEMBRE. La Protezione civile ha diramato un allerta meteo per il 10 novembre in Toscana, nella provincia di Massa Carrara, già colpita dall'alluvione.
L'allerta massima riguarda anche le province di Lucca, Pisa e l'isola d'Elba.
PAURA PER CORSI D'ACQUA. Paura per gli allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali minori e all'incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani.

Correlati

Potresti esserti perso