METEO 10 Novembre Nov 2014 0851 10 novembre 2014

Maltempo, massima allerta al Centro Nord

Chiavari allagata. Tromba d'aria su Genova. Allarme dispersi. Frane e blackout. Foto.

  • ...

Ancora allerta per il maltempo, soprattutto in Liguria dove Chiavari è finita sott'acqua a causa dell'esondazione del fiume Entella.
Due persone risulterebbero disperse in seguito al crollo di una piccola abitazione a Carasco, nell'entroterra di Chiavari.
Una tromba d'aria con raffiche di vento a più di 100 chilometri all'ora si è poi abbattuta sul ponente di Genova. Al Nuovo Borgo Terminal nei pressi di Prà due container sono volati finendo sulla passeggiata a mare della fascia di rispetto. La zona è stata chiusa dai vigili urbani. Container sono caduti al suolo anche al Vte di Voltri. Non si segnalano feriti.
VOLI ANNULLATI. Problemi anche in aeroporto dove un volo Air France in arrivo da Parigi è stato dirottato su Torino. Conseguentemente è stato annullato il volo da Genova per la capitale francese.
Particolarmente colpiti dalla tromba d'aria Prà, Multedo e Voltri. Disagi e danni si segnalano anche ad alberi, cartelli stradali e ponteggi. Decine gli interventi dei vigili del fuoco o della polizia municipale per risolvere situazioni di emergenza. Non si registrano danni alla Costa Concordia, ormeggiata nel porto del ponente di Genova.
TRATTE IN SALVO DIECI PERSONE. L'allerta, emessa il 9 novembre, è prevista fino alle 23.59 di martedì 11 novembre. Il fiume Entella è esondato a Carasco, comune nell'entroterra di Chiavari, provocando allagamenti. Una decina di persone è stata tratta in salvo dai sommozzatori dei vigili del fuoco che con speciali gommoni da rafting hanno passato al setaccio le vie del centro di Chiavari invaso delle acque dei torrenti esondati.
FRANE E TRENI BLOCCATI. Un costone di terreno è franato in serata a causa della pioggia sul tratto ferroviario che collega le stazioni di Chiavari e Zoagli. Il pietrisco ha invaso un binario mentre l'altro è stato allagato da acqua e fango. Per questo la circolazione ferroviaria nella zona è stata bloccata. Un treno intercity, il 685 Milano-Livorno con un centinaio di passeggeri a bordo, è rimasto bloccato lungo la linea a causa del violento nubifragio che ha colpito la zona.

Evacuata la 'zona rossa' a Carrara

Ma i problemi ci sono anche in Toscana. Allerta elevato anche in Versilia, a Carrara e all'Elba, dove le scuole sono state chiuse. Le previsioni del tempo hanno sottolineato il pericolo di esondazioni, in particolare per i bacini del Magra e del Versilia.
Il sindaco di Carrara Angelo Zubbani ha firmato un'ordinanza per evacuare tutti i piani terra della 'zona rossa' di Marina di Carrara nei pressi del torrente Carrione. Le forze dell'ordine avvisano la popolazione di questa area, circa 2 km quadrati, di lasciare case, negozi, laboratori, fondi, uffici. Per proteggere le case, sono stati messi sacchi di sabbia davanti alle porte.
TIMORI SE FIUME SUPERA 3 METRI. «Ci aspettiamo 80 millilitri di accumulato, e altri 80 tra le 18 e le 3 del mattino. Sarebbero preoccupazioni enormi se il livello del fiume Carrione salisse oltre i tre metri».
Lo ha detto lo stesso Zubbani a Sky Tg24 esprimendo i timori per l'allerta meteo in corso, in base alle previsioni disponibili sulle possibili precipitazioni.
PARMA A RISCHIO. Parma di nuovo a rischio inondazione. Il comune ha spiegato che che alle 13 è arrivato il preallarme per il rischio di esondazione di Parma e Baganza.
Nel pomeriggio previsto un aggiornamento per decidere se assumere misure straordinarie (come evacuazioni localizzate) o chiudere le scuole l'11 novembre.
A LIVORNO STRADE CHIUSE. Chiuse due strade nella zona nord di Livorno a causa dell'intensa pioggia caduta il 10 novembre, he in tre ore ha prodotto un cumulato di oltre 38 mm: nonostante un'idrovora attiva sin dall'alba è stato necessario chiudere al traffico via Firenze e via Provinciale Pisana.
Inoltre, sempre a Livorno un guasto ha mandato in tilt i telefoni del comune e della polizia municipale per cui la Protezione civile sta gestendo l'emergenza via radio in attesa che il sistema sia ripristinato.
FUCECCHIO, 14 FERITI PER UN FULMINE. A Fucecchio (Firenze) 14 operatori di un centro disabili sono rimasti feriti per un fulmine che ha sfondato il solaio e fatto esplodere l'impianto elettrico: tre di loro hanno riportato ustioni di primo e secondo grado, gli altri sono rimasti intossicati dal fumo.
L'ALLERTA CONTINUA. Anche per l'11 novembre la Protezione civile ha emesso un bollettino di «criticità rossa per rischio idrogeologico su gran parte della Liguria e, in Toscana, sul bacino del Magra, la Versilia e le isole dell'arcipelago toscano». Allerta più contenuta «sul Piemonte meridionale e nord-orientale, su gran parte della Lombardia e sui settori occidentali emiliani e toscani, nonché sul Lazio settentrionale e sulla Sardegna meridionale» oltre che su «Friuli Venezia Giulia, sulla pianura occidentale lombarda e sulla pianura di Modena e Reggio Emilia».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso