Virus Aids Infezione 130304084559
APPRENSIONE 12 Novembre Nov 2014 1702 12 novembre 2014

Inghilterra, 22 mila persone a rischio Hiv

Il medico non rispettava gli standard igienici. Test obbligatorio per i pazienti.

  • ...

Un'infezione da Hiv.

Oltre 22 mila persone sottoposte a test contro l'Hiv e altre malattie trasmissibili col sangue come l'epatite B e C. È quanto ha ordinato il Sistema sanitario nazionale inglese ai pazienti del Daybrook dental surgery, un centro dentistico di Gedling nell'area di Nottingham.
MEDICO SOSPESO. A finire sotto accusa è stato il dottor Desmond D'Mello, che non avrebbe seguito le procedure standard di sicurezza necessarie per gli interventi dentistici, sottoponendo i suoi clienti al rischio contagio.
Mentre il centro dentistico è passato di proprietà, resta la preoccupazione per i pazienti che ci sono passati nei 32 anni in cui a guidarlo era ancora D'Mello, sospeso nel giugno 2014.
Il medico non è portatore di Hiv o altri virus infettivi, ma il suo modus operandi ha destato più di un sospetto negli ispettori.
RISCHIO CONTAGIO BASSO. «Le nostre indagini dimostrano che non sono stati seguiti i protocolli standard di controllo delle infezioni», ha spiegato il responsabile dei controlli. «Così abbiamo preso subito le precauzioni necessarie per proteggere i pazienti transitati per il centro nel periodo sospetto. Gli standard clinici bassi potrebbero aver messo le persone in uno stato di rischio basso di infezione da epatite B, epatite C e Hiv».
Andrew Lee, professore all'Università di Sheffield ed esperto di sanità pubblica, ha affermato che il rischio potenziale di contrarre l'Hiv è «piuttosto basso» per la maggior parte dei pazienti, spiegando che i virus trasmissibili attraverso il sangue hanno una breve sopravvivenza fuori dal corpo umano.

Correlati

Potresti esserti perso