Dimatteo 130402184116
STATO-MAFIA 12 Novembre Nov 2014 0828 12 novembre 2014

Palermo, «per Di Matteo è gia pronto il tritolo»

Una fonte «molto attendibile» svela il piano dei clan per uccidere il pm.

  • ...

Il pm Nino Di Matteo.

Torna altissima l'allerta per la sicurezza del pubblico ministero Nino Di Matteo, il magistrato della trattativa Stato-mafia che il capo di Cosa nostra Totò Riina vuole morto. Una fonte ritenuta dagli inquirenti «molto attendibile» ha svelato che da mesi le famiglie mafiose palermitane stanno raccogliendo esplosivo per un attentato al pm.
TRITOLO GIÀ NASCOSTO. Come si legge su Repubblica, la fonte protetta da un rigido segreto investigativo ha spiegato che un carico di tritolo sarebbe già nascosto in diversi punti di Palermo.
Proprio in questi giorni, anche l'ultimo pentito di mafia Antonino Zarcone ha parlato di un progetto di attentato nei confronti di Nino Di Matteo: «Era coinvolta pure la mia cosca, quella di Bagheria», ha spiegato.
RIINA PROGETTAVA L'ESECUZIONE DAL CARCERE. Il Viminale è stato subito informato della nuova emergenza. Ora l'obiettivo è potenziare la sicurezza del pubblico ministero, che Riina citava durante le sue passeggiate nell'ora d'aria senza sapere di essere intercettato: «E allora organizziamola questa cosa... Facciamola grossa e non ne parliamo più», diceva il padrino al boss pugliese Alberto Lorusso. «Questo Di Matteo non se ne va. Se fosse possibile ucciderlo, un'esecuzione come a quel tempo a Palermo...».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso