Viale Mazzini Televisione 140530165318
TIVÙ 13 Novembre Nov 2014 1530 13 novembre 2014

Rai, Vigilanza a dg: stop a riforma news

L'ufficio di presidenza avverte Gubitosi: «Nessun intervento prima di atto d'indirizzo».

  • ...

La sede della Rai, in viale Mazzini 14 a Roma.

Stop al piano di riforma dell'informazione Rai.
È quanto ha chiesto l'ufficio di presidenza della Commissione di Vigilanza Rai in una lettera inviata all'azienda.
Nel documento si invita Viale Mazzini a non intervenire fino all'approvazione dell'atto di indirizzo sul tema che la bicamerale ha intenzione di varare.
AUDIZIONI DELLA COMMISSIONE. L'ufficio di presidenza, si legge nella lettera, «ha convenuto di richiedere all'azienda che prima dell'approvazione dell'atto di indirizzo non sia adottato il piano, né sia posto in essere alcun atto comunque attuativo o ad esso connesso».
La Commissione di Vigilanza sta svolgendo una serie di audizioni per conoscere le posizioni di dirigenti, direttori e sindacato sul piano presentato dal dg Luigi Gubitosi ed ha deciso di approvare un atto di indirizzo sull'argomento.
PIANO CON DUE NEWSROOM. Come relatore è stato indicato Pino Pisicchio del Gruppo Misto.
Secondo le linee guida presentate da Gubitosi in consiglio di amministrazione, il piano prevede la creazione di due newsroom: nella prima dovrebbero confluire Tg1, Tg2 e Rai Parlamento; nella seconda Tg3, TgR e Rai News.
PROTESTE DA DIRETTORI. La riforma ha provocato molte proteste in azienda: non solo l'Usigrai, il sindacato interno dei giornalisti, ma anche direttori di testata, come Bianca Berlinguer, hanno sollevato dubbi.

Correlati

Potresti esserti perso