Bagnasco 141108105813
OPINIONI 14 Novembre Nov 2014 1858 14 novembre 2014

Sciopero generale, Bagnasco: «La politica ascolti»

Il presidente della Cei: «Il disagio deve essere raccolto e preso in seria considerazione».

  • ...

Il presidente della Cei, Angelo Bagnasco.

La politica e la società devono sempre raccogliere e prendere «in seria considerazione» le voci di «disagio» e le «richieste legittime». Lo ha detto il presidente della Cei Angelo Bagnasco commentando le manifestazioni organizzate il 14 novembre per lo sciopero di Cgil e Fiom.
«LA SOCIETÀ È COMPLESSA». Il cardinale Bagnasco ha parlato al suo arrivo a Palazzo della Meridiana dove è in corso la V edizione delle 'Giornate Giuseppe Siri' organizzata dall' Ucid (Unione cristiana imprenditori e dirigenti) e da Sinc (Strategie di impresa per il bene comune).
«Tutto ciò che racchiude un messaggio di un disagio, di una volontà, di una speranza, di una richiesta, benché legittima naturalmente e nelle forme dovute, non violente e degne della civiltà», ha detto Bagnasco, «tutto questo deve essere raccolto da tutti coloro che hanno responsabilità, sia politica, sia ad altri livelli, perché la società è una articolazione complessa».
«SEGNALI E PROSPETTIVE DI SOLUZIONE». Queste voci, ha proseguito il porporato, «devono essere raccolte e prese in seria considerazione» anche perché «ritengo, da pastore, che dentro a certe forme di interlocuzione, anche fuori dei tavoli consueti, ci possono essere dei segnali e delle prospettive di soluzione».

Correlati

Potresti esserti perso