Papa Francesco 141022112740
VATICANO 15 Novembre Nov 2014 1431 15 novembre 2014

Il papa difende medici obiettori

Francesco ai sanitari cattolici: «L'obiezione segno di fedeltà al Vangelo».

  • ...

Papa Francesco.

Ppaa Francesco ha difeso il diritto all'obiezione di coscienza dei medici.
«SCELTE CORAGGIOSE E CONTROCORRENTE». Per essere fedeli «al Vangelo della vita e al rispetto di essa come dono di Dio», servono «scelte coraggiose e controcorrente che, in particolari circostanze, possono giungere all'obiezione di coscienza», ha detto il pontefice in occasione del 70esimo anniversario della Fondazione dei medici cattolici. «La vostra missione di medici», ha detto Bergoglio, «vi mette a quotidiano contatto con tante forme di sofferenza: vi incoraggio a farvene carico come 'buoni samaritani', avendo cura in modo particolare degli anziani, degli infermi e dei disabili. La fedeltà al Vangelo della vita e al rispetto di essa come dono di Dio, a volte richiede scelte coraggiose e controcorrente che, in particolari circostanze, possono giungere all'obiezione di coscienza, che ha tante conseguenze sociali».
L'ESEMPIO DEL BUON SAMARITANO. Aborto, eutanasia, fecondazione artificiale: tutti risultati di una «falsa compassione», ha detto Bergoglio, come anche lo è «usare vite umane come cavie di laboratorio per salvarne presumibilmente altre». E invece «la compassione evangelica è quella che accompagna nel momento del bisogno, cioè quella del Buon Samaritano, che 'vede', 'ha compassione', si avvicina e offre aiuto concreto.
«Da molte parti», ha aggiunto il pontefice, «la qualità della vita è legata prevalentemente alle possibilità economiche, al 'benessere', alla bellezza e al godimento della vita fisica, dimenticando altre dimensioni più profonde - relazionali, spirituali e religiose - dell'esistenza». Ma, ha sottolineato Bergoglio, «in realtà, alla luce della fede e della retta ragione, la vita umana è sempre sacra e sempre di qualità».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso