DISAGI 15 Novembre Nov 2014 1000 15 novembre 2014

Maltempo, pioggia e paura in Liguria e Piemonte

Nubifragi in provincia. Un disperso. Traffico ferroviario in tilt e voli cancellati. Sotto osservazione il Po. Nel capoluogo lombardo allerta a Niguarda. Il live

  • ...

Il maltempo, dopo una breve tregua, è tornato a far paura al Nord Italia, specialmente in Piemonte, Liguria e Lombardia.
Una nuova perturbazione atlantica è arrivata sulle regioni settentrionali determinando condizioni di instabilità che dovrebbero estendersi nel corso del week end anche al Centro Sud.
Ormai è il solito copione che si ripete: fiumi che esondano, allagamenti, frane e disagi.
NUBUFRAGIO A VOLTRI. Sotto osservazione il Genovese, dove una persona risulta dispersa dopo che un torrente ha travolto la sua auto.
A Voltri un pesante nubifragio si è esteso fino al comune di Arenzano: automobilisti in difficoltà, sorpresi nelle auto dall'onda di piena.
Il parziale crollo di una casa si è verificato in via delle Fabbriche, dove aveva esondato un corso d'acqua. Le persone che si trovavano in casa sono uscite subito in strada.
ALLERTA MASSIMA. Allerta meteo massina, di livello 2, permane su tutta la Liguria fino alle 23.59 del 15 novembre.
La ferrovia Savona-Ventimiglia è stata interrotta dalle 6.30 a causa di allagamenti dei binari. Prima si è allagato il tratto Albenga-Andora, nel Savonese, poi è esondato il torrente Caravagna a Imperia Porto Maurizio e l'acqua ha invaso i binari: il tratto ferroviario interrotto è quello compreso tra Albenga e Taggia (Imperia). L'autostrada A10 è chiusa tra Voltri e Genova per una frana che minaccia la carreggiata. Disagi in A26 e in A12 per la presenza di acqua e fango.
RITARDI E CANCELLAZIONI ALL'AEROPORTO. Il forte maltempo che si è abbattut sulla città di Genova ha provocato ritardi e cancellazioni all’aeroporto di Genova. Un volo da Istambul della Turkish Airlines è stato cancellato, un secondo volo proveniente da Fiumicino dell’Alitalia è stato dirottato su Pisa a causa della foschia. Complessa anche la situazione del pomeriggio per i sei voli previsti in arrivo a Genova. Non sono esclusi altri dirottamenti o cancellazioni.

Polizia al lavoro nell'area dove si è verificato il parziale crollo di una casa, nel ponente di Genova.


TANTA PIOGGIA NEL PONENTE. Secondo il monitoraggio Arpal, le piogge hanno raggiunto valori cumulati elevati nel Ponente e nel Centro regionale. Il torrente Polcevera è esondato e i rii Fegino, Ruscarolo e Torbella, sono tracimati.
Localmente i massimi valori sono stati osservati a Testico (140 millimetri), Ellera (200 mm), Urbe (150 mm).
ALLAGAMENTI NEL SAVONESE. Tanti gli allagamenti nel Savonese.
Numerose le strade interdette al traffico a causa di allagamenti e depositi di detriti sulla carreggiata.
In più venti di scirocco con intensità forte o di burrasca con raffiche fino a burrasca forte hanno interessato il centro-Levante della regione.
ALLERTA ARANCIONE IN PIEMONTE. Allerta arancione anche in Piemonte in quattro delle 11 aree in cui è suddivisa la regione, a Nord e a Est, gialla in altre due, nelle vallate torinesi e nella pianura settentrionale.
All'alba nel Novarese è scattato l'allarme per il Ticino, che minacciava di esondare in zona Oleggio, ma è rientrato.
Nell'Alessandrino desta preoccupazione il fiume Bormida.
Ad Alessandria è in corso un vertice in prefettura che potrebbe decidere la chiusura del ponte all' ingresso della città.
Molte le strade chiuse per allagamenti anche in Valsesia e nel Biellese. Nel Vercellese il lago Maggiore è monitorato. Nel Torinese allerta nel Canavese.
PAURA PER I LAGHI. Il livello dei grandi laghi del Nord Italia è tornato a salire dopo dopo le esondazioni dei giorni scorsi a causa del maltempo. Il lago Maggiore è attualmente stazionario a 6.5 metri, ma le forti piogge di queste ore torneranno a far crescere il livello dell'acqua. Anche sul settore settentrionale del Piemonte sono infatti previste intense precipitazioni che aumenteranno il bacino del lago d'Orta. Abbondanti precipitazioni stanno colpendo anche la provincia di Varese, dove si è alzato il livello dei fiumi e dei laghi.


Liveblogging

19.05 - TORINO, PO LAMBISCE I MURAZZI. Per effetto delle piogge di questi giorni, anche a Torino è cresciuto il livello del Po: le acque sono giunte a lambire, senza comunque invaderlo, il marciapiede dei Murazzi, l'ottocentesco complesso architettonico che forma l'argine sinistro del fiume nel tratto che percorre il centro storico della città. Alla centrale operativa della polizia municipale informano che la situazione è sotto controllo.

18.30 - GENOVA, DISLOCATE AMBULANZE ANFIBIE. La Croce rossa ha dislocato a Genova quattro ambulanze anfibie del Corpo militare e civile. Le ambulanze, tutte 4x4 sono a disposizione della popolazione per interventi su diretta richiesta del 118 di Genova. Una è stata inviata a Sestri Ponente, una a Bolzaneto all'uscita del casello dell'autostrada, una in località Struppa e una quarta ambulanza, sempre 4x4 è in arrivo da Settimo Torinese e andrà in appoggio a Voltri.

17.56 - GENOVA, ESONDA IL TORRE. Il rio Torre è uscito dagli argini e si segnalano i primi allagamenti in piazzale Adriatico, vicino al torrente Bisagno, in una zona centrale di Genova.

17.50 - GENOVA, BISAGNO A LIVELLO ROSSO. La Protezione civile comunale di Genova ha disposto la chiusura di ponti, accessi e delle strade vicine al torrente Bisagno. I vigili urbani stanno percorrendo il quartiere della Foce per far chiudere negozi e allontanare le persone. La popolazione viene avvertita con sirene.


17.34 - MILANO, SOSPESA CIRCOLAZIONE M2. La circolazione della metropolitana di Milano è bloccata sulla linea due del metro per allagamenti fra le stazioni di Famagosta e Assago Forum.

17.27 - ALLAGATO QUARTIERE ISOLA. L'acqua ha raggiunto il quartiere Isola di Milano dove sono fra l'altro chiuse strade come via Sassetti e via Sebenico.
Il comune ha postato su Facebook l'elenco delle decine di vie chiuse a causa del maltempo e dell'esondazione di Seveso e Lambro, che include viale Mecenate (dove si trovano anche gli studi Rai), viale Marche, via Borsieri e via Lombroso.

17.18 - ALESSANDRIA, IL SINDACO: «È CATASTROFE». «Abbiamo 20 strade chiuse, frazioni isolate, frane e massi ovunque: è una catastrofe», ha detto il sindaco e presidente della Provincia di Alessandria, Maria Rita Rossa. «Abbiamo rafforzato gli argini del Bormida ma ci sono già state segnalate alcune rotture».


16.40 - ALESSANDRIA, INVITO A NON USARE LE AUTO. «Usate l'auto solo se necessario». La Protezione civile di Alessandria ha rinnovato l'invito attraverso Facebook a non mettersi in viaggio. Numerose le strade impraticabili in tutta la provincia a causa degli allagamenti e delle frane provocate dal maltempo. L'ultima strada a essere chiusa in ordine cronologico è stata la Colla, in entrambe le direzioni tra Alessandria e Valenza, per l'esondazione dei canali ai lati della strada nei pressi di Valmadonna.

16.34 - A MILANO ESONDA PURE IL LAMBRO. Dopo il Seveso a Milano è esondato anche il Lambro che è uscito dagli argini in via Camaldoli e nella zona dell'omonimo parco. Il Comune ha invitato i cittadini dei quartieri interessati (Niguarda, Isola, Garibaldi, Forlanini, Lambrate e Mecenate) a non usare le auto private per quanto possibile nelle prossime ore. Presenti sul territorio 70 tra squadre della protezione civile, pattuglie della polizia locale e squadre del servizio idrico.

16.11 - L'ASSESSORE: «UNA NUOVA ALLUVIONE». «Genova sta vivendo una nuova alluvione», ha dichiarato l'assessore regionale alla Protezione civile Raffaella Paita. «Per la Liguria è una catastrofe», ha detto Paita ricordando l'alluvione del 9 ottobre a Genova, quella di Chiavari del 10 novembre e gli allagamenti che hanno interessato il Savonese e l'Imperiese oggi e nei giorni scorsi.

15.27 - GENOVA IN EMERGENZA. Con il perdurare della perturbazione che si è concentrata su Genova aumentano le zone del ponente cittadino allagate dopo l'esondazione del Polcevera e di altri rivi.
Anche i torrenti Ferreggiano e Bisagno, che provocarono le alluvioni del 2011 e dell'ottobre scorso, sono a livello di guardia.
«La situazione è difficile», ha detto il sindaco Doria.


14.52 - FIUMI ESONDANO IN BASSO PIEMONTE. Dopo l'Orba, il rio Lovassina e il Grue, in provincia di Alessandria esonda anche il Lemme a causa delle forti piogge che stanno interessando ormai da diverse ore tutta la provincia.
Preoccupa il Bormida ad Alessandria: per precauzione è stato chiuso il ponte tra la città e Spinetta. Evacuate le aree golenali.

14.29 - EVACUAZIONE A MASSA. Evacuazione forzata nella zona rossa di Marina di Carrara (Massa Carrara) in vista della bomba d'acqua prevista entro la serata del 15 novembre e che mette a rischio ancora gli argini del fiume Carrione giàesondato il 5 novembre. Lo ha disposto il sindaco Angelo Zubbani che dopo l'allerta meteo prevista per ha firmato l'ordinanza l'evacuazione di uffici, negozi e dei piani bassi delle abitazioni che si trovano nell'area di Marina di Carrara già alluvionata.

14.24 - UN DISPERSO A GENOVA. Una persona risulta dispersa dopo che la sua auto è stata travolta da un torrente a Mignanego, in provincia di Genova.
A dare l'allarme è stata una donna che si trovava nell'auto ed è riuscita a mettersi in salvo. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco per le ricerche.

14.07 - MILANO: ESONDA SEVESO. Il fiume Seveso è esondato sul territorio cittadino in zona Niguarda, in particolare in via Valfurva. In zona Isola gli ambulanti del mercato rionale di Lagosta sono stati invitati ad anticipare l'abbandono del posto di lavoro.
Sul posto pattuglie di polizia locale e squadre della Protezione civile. Sono stati aperti da MM Servizi idrici tutti i chiusini per il deflusso dell'acqua.

13.46 - PINOTTI: «ESERCITO PRONTO A RISPONDERE». «Ci sono situazione in cui l'organizzazione e la capacità dell'esercito diventano essenziali. Ci sentiamo al servizio del Paese».
Così il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, a Napoli: «Anche stamattina», ha aggiunto il ministro, «durante la cerimonia di giuramento degli allievi della scuola militare Nunziatella, sono arrivate notizie dalle regioni alluvionate che chiedono l'intervento dell'esercito. Il ruolo delle forze armate è essenziale, così come lo è quello della Protezione civile».

13.11 - CHIUSE LE TRATTE FERROVIARIE GENOVA-TORINO E GENOVA-MILANO. Circolazione ferroviaria sospesa sulle linee Genova-Torino e Genova-Milano per allagamenti e caduta di alberi tra Arquata Scrivia e Genova. Lo ha reso noto Trenitalia. I tecnici di Rfi stanno verificando le condizioni dell'infrastruttura.

13.07 - EVACUATE LE FAMIGLIE A GAVI. Torna il rischio frane a Gavi, il paese dell'Alessandrino del celebre vino bianco docg, dove sono state evacuate le famiglie residenti a ridosso della collina dell'antica Fortezza del Barbarossa.

13.01 - ALLERTA PER LA PIENA DEL PO. Nel Ferarrese sono stati eseguitoi tutti gli interventi precauzionali come la transennatura delle vie di accesso, il rafforzamento dell'argine e soprattutto lo sgombero di edifici nelle aree golenali a Ferrara, Ro e Berra per la possibile piena del Po. Sotto controllo il Panaro.

12.22 - NELL'ALESSANDRINO CAMPI ALLAGATI E ZONE RURALI DEVASTATE. Campi allagati dai corsi d'acqua secondari esondati, intere zone rurali devastate dalle piogge, coltivazioni compromesse, in particolare quelle del mais: è l'inferno di Alessandria dopo giorni di maltempo che si sta abbattendo senza sosta sulla provincia.

12.05 - A VADO NEGOZI CHIUSI. Il sindaco di Vado Ligure ha firmato un'ordinanza con cui ha imposto la chiusura di tutte le attività commerciali per il rischio esondazione del torrente Segno. Il sindaco di Savona, Federico Berruti, ha lanciato un appello alla cittadinanza per restare a casa, non usare l'auto e a non scendere in cantine, garage, box e in ogni luogo a rischio di allagamento.

10.13 - VOLTRI, CROLLA UNA CASA. Il parziale crollo di una casa si è verificato nel ponente di Genova, in via delle Fabbriche, a Voltri. Le persone che si trovavano in casa sono uscite subito in strada. Sul posto Vigili del fuoco e polizia municipale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso