Velo Islam 141116203957
ESTREMISMO 16 Novembre Nov 2014 2035 16 novembre 2014

Bangladesh, docente vieta il velo a scuola: ucciso

L'uomo è stato massacrato a colpi di machete. L'omicidio rivendicato online dagli estremisti islamici.

  • ...

Studentesse con il velo islamico in aula a scuola.

Ucciso in strada a colpi di machete per aver vietato il velo islamico alle sue studentesse durante le lezioni.
È l'orrenda morte riservata a un professore universitario in Bangladesh da presunti militanti islamici. Per tragica ironia della sorte, Shafiul Islam, 51 anni, sorpreso sabato 15 novembre dai suoi carnefici vicino all'Università di Rajshahi in cui insegnava sociologia, non voleva condurre in realtà una battaglia contro i costumi dell'Islam radicale. Con il suo veto al velo - ha raccontato chi lo conosce - voleva solo evitare «trucchi agli esami». Ma ai suoi aggressori quest'ultimo particolare evidentemente non interessava.
LA MORTE IN OSPEDALE. Il docente, soccorso e portato in ospedale, è morto poco più tardi per la gravità delle lesioni riportate.
Domenica 16 novembre la polizia ha arrestato due persone, mentre insegnanti e studenti hanno protestato contro il crudele assassinio con un corteo e la convocazione di scioperi.
«Stiamo lavorando a diverse possibili piste per spiegare questo crimine», ha detto da parte sua il capo della polizia locale Mahbubur Rahman, pur ammettendo che gli investigatori privilegiano la pista jihadista.
ATTENTATO ISLAMICO. Anche perché un gruppo islamico, finora sconosciuto, chiamato Ansar al Islam Bangladesh-2 ha in effetti rivendicato la responsabilità per l'omicidio su una pagina Facebook creata sabato notte.
«I nostri mujaheddin hanno ucciso un apostata che aveva vietato alle studentesse di indossare il velo nel suo dipartimento e in aula», è stato scritto nel messaggio la cui attendibilità resta in ogni caso tutta da confermare. Poi la minaccia: «Tutti gli apostati anti-islamici e atei stiano attenti».
NEL PAESE CI SONO I MODERATI. Il Bangladesh è un Paese a larga maggioranza musulmana del mondo con una buona parte della popolazione che segue tuttavia un'interpretazione moderata dell'Islam. E gli attentati a sfondo integralista sono stati finora piuttosto rari.
Shafiul Islam era d'altronde seguace di una setta molto popolare in alcune aree del Bangladesh occidentale, i Baul, i cui membri si definiscono seguaci dell'umanesimo, piuttosto che di una particolare religione.
NO AL VELO AGLI ESAMI. Ma la motivazione del 'no' al velo in aula non sembra aver avuto nulla a che fare con il suo credo. Un collega della vittima, Sirajul Islam, anche lui docente di sociologia, ha detto all'Afp che Shafiul Islam non era anti-islamico, pensava solo che «i veli integrali potessero essere usati per imbrogliare agli esami». Essendo «impossibile identificare uno studente che indossa un velo integrale».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso