Renzi Maltempo 141116222704
EMERGENZA 16 Novembre Nov 2014 2225 16 novembre 2014

Maltempo, Renzi: «Ora mettiamo a posto i danni»

Il premier dal G20 in Australia: «Non parlino a me di condoni». Palazzo Chigi: «Nessuna polemica».

  • ...

Il premier Matteo Renzi.

Il premier Matteo Renzi non ci sta a subire le ire dei governatori delle Regioni finite sotto l'acqua a causa del maltempo.
«Non parlino di condoni a me: ho fatto un piano strutturale a volumi zero», ha replicato il leader del Partito democratico da Sidney dove è in visita per il G20.
SISTEMARE I DANNI. «Ora mettiamo a posto i danni», ha continuato Renzi che è finito anche sotto attacco da parte del leader del Movimento 5 stelle Beppe Grillo, secondo cui premier e ministro dell'Interno Angelino Alfano hanno «sulla coscienza i morti di pioggia».
Già in precedenza, il premier, infatti, aveva puntato il dito contro la politica deelle Regioni, sostenendo che in Italia «ci sono 20 anni di politiche del territorio da rottamare, anche in alcune regioni del centrosinistra».
NESSUNA POLEMICA. Palazzo Chigi ha, però, chiarito, che il commento di Renzi sul dissesto idrogeologico non ha nascosto alcuna polemica.
«Il presidente del Consiglio ha detto una semplice verità», hanno sottolineato fonti di palazzo, «in alcune regioni è stato gestito male il territorio, costruendo troppo, costruendo male».
Quindi Palazzo Chigi ha inviato a evitare polemiche e a «a mettersi al lavoro», per poi promettere: «Cambieremo le regole».

Correlati

Potresti esserti perso