CURIOSITÀ 17 Novembre Nov 2014 0800 17 novembre 2014

Cara Anaya, la donna che vive con 90 orgasmi all'ora

La 30enne soffre di sindrome da eccitamento sessuale permanente. E dice: «Non lo auguro a nessuno». Ft.

  • ...

Cara Anaya soffre di sindrome da eccitamento sessuale permanente e quei 90 orgasmi l'ora le rendono la vita un inferno (guarda le foto).
La 30enne dell'Arizona, sposata e con un figlio di 10 anni, ha avuto la diagnosi nel 2011.
«Non lo auguro a nessuno. È imbarazzante e umiliante», ha raccontato la donna il 17 novembre al tabloid britannico Mirror.
UNA VERA TORTURA. «Quando sei con i bambini ti senti una pervertita, ti senti sporca e ti tieni lontano. Per far crescere mio figlio come un bambino normale, spesso sto alla larga. Evito il più possibile i luoghi pubblici, non posso portarlo al parco o allo zoo e ho dovuto imparare a controllarmi, a tenere le espressioni facciali normali quando sono eccitata, mi devo concentrare e respirare profondamente per non far capire cosa mi succede. È una tortura. Il corpo è in continua tensione e influenza il mio umore, questo su e giù manda fuori di testa».

La prima volta le accadde in un negozio di dolci. Improvvisamente Cara Anaya provò eccitazione e cominciò a venire, ripetutamente per sei ore.
Non andò subito dal medico. Ma dopo qualche mese la situazione fu insostenibile. Arrivò persino un attacco di 160 orgasmi in due ore. Troppo. Da tra anni la donna è stata visitata da medici, neurologi, psichiatri in cerca di una cura.
GRAVI PROBLEMI DI SALUTE. Ex cameriera, Cara Anaya ora non può lavorare e si vergogna anche a spiegare il motivo della sua disabilità.
La sindrome provoca disidratazione e insonnia. Gli attacchi sono così forti che le giunture cedono e ci si ritrova a terra. Chi ne soffre, ha spesso ferite alle ginocchia e problemi alle anche.

Tweet riguardo Cara Anaya

Correlati

Potresti esserti perso