CLIMA 17 Novembre Nov 2014 0959 17 novembre 2014

Maltempo, nuova allerta al Nord Italia: Po in piena

Allarme nubifragi su Liguria, Lombardia, Veneto ed Emilia. Preoccupa il fiume (ft). Delrio: «Deroga a patto di stabilità per Comuni colpiti». Tregua dal 19/11.

  • ...

Nord Italia ancora in ginocchio per il maltempo. Dopo le vittime del weekend, lunedì 17 novembre è arrivata una nuova perturbazione sulle Regioni settentrionali, in particolare su Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, per cui è stata lanciata l'allerta della Protezione civile. Si teme la piena del fiume Po, soprattutto nel Piacentino. Sotto osservazione anche il Seveso e il Lambro.
Piogge abbondanti sono inoltre previste al Centro, in particolare su Umbria, Lazio e Sardegna, poi nei settori occidentali di Abruzzo e Molise.
230 SFOLLATI NEL REGGIANO. Nella frazione Ghiarole di Brescello, nel Reggiano, sono in corso le procedure per sfollare 230 residenti entro la notte del 17 novembre, in previsione dell'arrivo della nuova ondata di piena del Po.
Chi non ha parenti o altre case dove andare verrà alloggiato nel centro sociale di Lentigione. I carabinieri del comando provinciale hanno avviato servizi anti-sciacallaggio per quanto riguarda le abitazione lasciate incustodite dagli sfollati.
CROLLA TETTO A CARRARA. Due famiglie sono state evacuate a Torano, una frazione del comune di Carrara (Massa Carrara) in un condominio gestito dall'Erp.
L'acqua ha iniziato a infiltrarsi ovunque e sono intervenuti i vigili del fuoco per la bonifica e tecnici dell'Erp.
La situazione non è stata ancora risolta e le prime due famiglie sono state allontanate, trovando posto da alcuni parenti ma altre quindici sono in preallarme.
DEROGA AL PATTO DI STABILITÀ. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, si è recato a Genova assieme al capo della Protezione civile Franco Gabrielli per incontrare i vertici di Comune e Regione. «Il Patto di stabilità non sarà un problema per chi ha subito eventi catastrofici come il terremoto o eventi drammatici come le alluvioni», ha detto Delrio. «I sindaci sappiano che non ci devono essere timori per gli investimenti per la sicurezza».
«PRONTO LO STATO DI EMERGENZA». Delrio ha poi annunciato ad Alessandria, dove ha incontrato i sindaci, che il governo riconoscerà ai Comuni del Piemonte colpiti dal maltempo la dichiarazione dello stato di emergenza. «Stiamo facendo tutto il possibile per andare incontro all'emergenza», ha sottolineato. «Presto arriverà la dichiarazione dello stato di emergenza e saranno sbloccati fondi importanti». Delrio ha precisato che sono già stati sbloccati fondi per un miliardo di euro. «Aspettiamo entro il 4 dicembre dalle Regioni un nuovo programma quadro», ha annunciato il sottosegretario.
DANNI PER 1 MILIARDO IN LIGURIA. Il governatore della Liguria, Claudio Burlando, ha detto che la Regione in un mese ha subito danni per 1 miliardo a causa del maltempo che ha colpito negozi, aziende e opere pubbliche. «I lavori partono anche se i soldi arriveranno nel 2015, ovvero quando dovremo pagare le opere», ha aggiunto. «Il passo avanti notevole è l'assunzione di responsabilità politica per far partire le somme urgenti».
POLEMICA RENZI-REGIONI. Il 16 novembre c'è stata una dura polemica tra il premier Matteo Renzi, che ha parlato di amministratori da rottamare, e i governatori che hanno rimpallato le responsabilità dei danni al governo.
Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha detto che Renzi «dovrebbe passare dalle parole ai fatti, smetterla di dare sempre la colpa agli altri, faccia quello che il governo deve fare, cioè mettere le risorse».

Tweet riguardo maltempo

Correlati

Potresti esserti perso